Cultura & Società Ultime Notizie

ITAS Bressanone e Acquarena sostengono il Centro Antiviolenza Valle Isarco

4 Dicembre 2018

author:

ITAS Bressanone e Acquarena sostengono il Centro Antiviolenza Valle Isarco

Anche una semplice paperella di gomma gialla può fare del bene. È ormai il terzo anno consecutivo in cui gli ospiti della piscina brissinese Acquarena hanno partecipato all’azione “paperelle per una giusta causa”. Nel 2016 l’agenzia assicurativa ITAS Bressanone – Palese e Senn ha dato vita, in cooperazione con Acquarena, a questa azione di beneficenza: al costo di due euro gli ospiti hanno potuto acquistare una paperella di gomma. “Quest’anno abbiamo deciso di donare il ricavato alle donne e ai bambini del Centro Antiviolenza Valle Isarco, in quanto riteniamo molto prezioso il servizio ed il lavoro di prevenzione svolto” afferma Peter Palese.
Gli ospiti Acquarena sono sempre contenti di sostenere l’iniziativa: ben 725 paperelle hanno trovato un nuovo padrone. Poco tempo fa il presidente di ASM Bressanone SpA, Patrick Silbernagl, l’amministratore delegato Karl Michaeler ed il dirigente dell’agenzia assicurativa ITAS Bressanone Peter Palese hanno incontrato la direttrice del Centro Antiviolenza Valle Isarco Barbara Wielander per consegnarle buoni per l’Acquarena di un valore di 1450 euro.
“In nome delle donne e dei bambini del Centro Antiviolenza ringrazio di cuore tutti coloro che hanno partecipato all’azione” afferma Barbara Wielander. “A beneficiare dei buoni saranno direttamente le donne e i bimbi del nostro centro. Sono molte a dover abbandonare le loro case di soprassalto, lasciando indietro i loro beni. Queste donne ottengono supporto finanziario dall’ente pubblico, ma nel periodo iniziale le spese necessarie vengono effettuate con il ricavato delle donazioni. Offerte come sport e tempo libero sono inoltre troppo costose, diventando così un lusso. Attraverso i buoni Acquarena donne e bimbi possono svolgere delle attività, che non solo offrono un po’ di varietà, ma fanno bene anche a corpo e anima.”

Foto, Patrick Silbernagl (ASM), Anna Maria Spellbring (Centro Antiviolenza), Peter Palese (ITAS), Barbara Wielander (Centro Antiviolenza) e Karl Michaeler (ASM).  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *