Politica Ultime Notizie

Bolzano. Lega-Volkspartei, dopo i mal di pancia la trattativa riprende

23 Dicembre 2018

Autore:

Bolzano. Lega-Volkspartei, dopo i mal di pancia la trattativa riprende

Solo qualche ingenuo ha potuto pensare che dopo non uno ma due colpi di mal di pancia la trattativa per l’elaborazione del programma di coalizione si sarebbe arenata. Il vertice che avrebbe dovuto tenersi ieri è stato rinviato al 27 dicembre, sempre in consiglio provinciale a Bolzano. L’Obmann della Svp Philipp Achammer ha informato Massimo Bessone della disponibilità della Svp a riprendere i colloqui.
Il primo strappo avvenne quando la Svp, in apertura delle trattative, chiese alla Lega di firmare un protocollo con alcune condizioni preliminari alle quali gli interlocutori avrebbero dovuto attenersi nella elaborazione del programma. Al rifiuto sdegnato di Salvini, la Svp si accontentò di una rassicurazione verbale. Il secondo incidente si verifica alcuni giorni fa in seguito alla proposta di Calderoli in Commissione costituzionale di tagliare il numero dei senatori. L’Svp denuncia la violazione dello Statuto di autonomia e chiede l’intervento di Vienna. Due le iniziative austriache. Il deputato della Neue Övp Hermann Gahr incontra a Innsbruck gli Obmann dei sette circondari e la ministra degli Esteri Karin Kneissl contatta Calderoli. Il senatore leghista si è sentito ripetutamente con Achammer e Kompatscher che hanno ottenuto rassicuranti garanzie verbali.
L’impianto programmatico elaborato nei giorni scorsi aveva incontrato non poche difficoltà tecniche in ordine a problemi di traduzione che richiedevano rimaneggiamenti. Ora che la parte programmatica appare quasi chiusa, sono le competenze all’ordine del giorno, e non pare che la Lega si accontenterà a quelle che aveva ottenuto il Pd. Ci sono poi da discutere le quote rosa e la nomina dei componenti della Commissione dei Sei. Per i tre posti di nomina del consiglio provinciale – gli altri tre spettano al Governo- tra gli aspiranti anche i 5 Stelle potrebbero avere qualche pretesa. 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *