Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Negli archivi del Museo Civico ritrovata la “Magna Carta” di Gries

22 Novembre 2018

author:

Bolzano. Negli archivi del Museo Civico ritrovata la “Magna Carta” di Gries

Documento originale datato 1902 con la firma autografa dell’imperatore Franceco Giuseppe che attribuisce a Gries il titolo di Marktgemeinde (Borgata).    

Nel corso dei lavori di riordino e ricatalogazione di antichi atti e materiali depositati nei locali sotterranei che fungono da archivi del Museo Civico di Bolzano in via Cassa di Risparmio attualmente ancora in corso, è stato recentemente ritrovato e recuperato un antico e prezioso documento di cui gli studiosi erano a conoscenza, ma del quale si erano perse le tracce. Si tratta del diploma originale dell’ imperatore Francesco Giuseppe I per il conferimento a Gries del titolo di Marktgemeinde (Borgata) e dello stemma nell’anno 1902. Un ritrovamento di grande rilevanza a detta degli studiosi che hanno preso in esame il documento.
Il diploma dell’imperatore Francesco Giuseppe I, con tanto di firma autografa, si configura a tutti gli effetti come un documento pubblico ed è datato 19 gennaio 1902 a sancire il conferimento a Gries del ruolo di Borgata, (Marktgemeinde) e del relativo stemma con crescente di luna e stella d’oro su sfondo azzurro. Il diploma, citato anche nell’antico registro dei prestiti (1910-1933) del Museo Civico.
è stato ufficialmente presentato nel corso di una conferenza stampa dagli Assessori comunali Sandro Repetto e Luis Walcher, dal responsabile del Servizio Museo Civico Stefan Demetz e dalla presidente della Commissione consiliare alla Cultura Sylvia Hofer.
“Si tratta di un reperto davvero interessante perché rappresenta un tassello importante della storia della nostra terra. Un documento che testimonia l’incremento giuridico, economico e organizzativo di una comunità come quella di Gries preesistente rispetto alla nascita della Città di Bolzano. Un documento rimasto per così dire “nascosto” per parecchi decenni, probabilmente dagli anni ’30.”
Nel documento originale che dopo il lungo letargo sarà esposto per la prima volta al pubblico del Museo Civico in occasione della Lunga Notte dei Musei venerdì 7 dicembre si legge che:

(trascrizione e libera traduzione del testo del diploma dell’elevazione al titolo di Borgata del Comune di Gries)

“Noi Francesco Giuseppe I
I M P E R A T O R E d’Austria per divina grazia Re Apostolico di Ungheria, Re di Boemia, di Dalmazia, Croazia, Slavonia, Galizia, Lodomeria e Illiria, Arciduca d’Austria, Granduca di Cracovia, Duca di Lotaringia, Salisburgo, Stiria, Carinizia, Craina, Bucovina, Alta e Bassa Slesia, Gran Principe di Transilvania, Margravio di Moravia, Conte principesco di Asburgo e Tirolo etc. etc. etc.
con i Nostri pieni poteri regi ed imperiali ci siamo trovati con la Nostra decisione del 27 agosto 1901 ad elevare a Borgata il Nostro fedele abitato di G R I E S nella Nostra Contea principesca di Tirolo nel benevolo riconoscimento del suo regolamentato ordinamento comunale e del suo sviluppo economico a seguito dell’istanza della Rappresentanza Comunale. Inoltre abbiamo concesso alla Nostra fedele Borgata di Gries l’uso dell’antico qui descritto stemma a colori: Scudo blu contornato in oro con mezzaluna dorata volta a sinistra e affiancata da una stella d’oro”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *