sindacale Ultime Notizie

Bolzano. La UIL alza la voce – “più rispetto per le insegnanti della scuola dell’infanzia”

21 Novembre 2018

author:

Bolzano. La UIL alza la voce – “più rispetto per le insegnanti della scuola dell’infanzia”

“Il nuovo assessore alla scuola deve sapere che abbiamo un problema. Frutto di una politica che gli elettori hanno bocciato estromettendo Christian Tommasini”. È forte il richiamo alla politica che arriva dall’assemblea tenuta oggi all’Auditorium Battisti di Bolzano dalla Uil Scuola e la Uil Funzione Pubblica. In sala oltre duecento tra insegnanti della scuola dell’infanzia, della scuola professionale e collaboratori all’integrazione. Il focus, però, è stato fissato proprio sugli asili. “Sul nostro territorio questi insegnanti vengono equiparati ai dipendenti provinciali d’ufficio – spiega la delegata al settore dell’infanzia Raffaella Cerrutti – ma questo atteggiamento ignora totalmente il concetto di scuola. Dal punto di vista dell’impostazione formale, dunque, questo inquadramento è sbagliato ma lo è anche nell’organizzazione concreta del lavoro”. Già perché le insegnanti della scuola dell’infanzia altoatesina lavorano 33 ore alla settimana mentre nel resto d’Italia si fermano a 25. “Chiediamo di arrivare al livello delle nostre colleghe – insiste Cerrutti – per una questione di riconoscimento del nostro lavoro e di equità”. Va detto, però, che i salari sono migliori. “Una finta verità – ribatte Marco Pugliese del coordinamento settore pubblico della Uil – perché il salario va anche parametrato al carovita. Nel resto d’Italia difficilmente devono fare i conti con rette d’affitto da 900 euro per una abitazione. La Provincia utilizza i dati come meglio crede omettendo alcuni aspetti fondamentali. Nel concreto quando ha dovuto trovare i soldi per i dirigenti li ha trovati ma con il personale ha nicchiato. Quando avranno finito il teatrino sulle alleanze di giunta il nuovo assessore dovrà risolvere questa delicata questione”. Che l’attenzione sia alta lo dimostra la presenza in sala di intere scuole cittadine come Gulliver, Peter Pan e Pollicino oltre a diversi docenti in arrivo dalla provincia.
Durante l’assemblea si sono affrontati anche i temi della contrattazione per le collaboratrici all’integrazione, la gestione dei buoni pasto e il futuro della contrattazione sindacale a tutti i livelli scolastici.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *