sindacale Ultime Notizie

Bolzano. Cristina Masera è la nuova segretaria della Cgil dell’Alto Adige

9 Novembre 2018

Bolzano. Cristina Masera è la nuova segretaria della Cgil dell’Alto Adige

“Bisogna affrontare il bisogno di buona occupazione anche in Provincia di Bolzano”: così la neo segretaria della Cgil altoatesina, Cristina Masera, durante il suo intervento al congresso provinciale. Tra gli impegni urgenti del sindacato è primario quindi il contrasto della precarietà. “Dove il lavoro è precario – ha precisato Masera – si riduce la possibilità di emancipazione, la formazione di nuove famiglie e anche la sicurezza è maggiormente trascurata”. Masera è stata eletta dall’assemblea generale, in presenza della segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso. Con Masera torna una donna alla guida della Cgil/Agb, che nei 12 sindacati di categoria può vantare sette segretarie.
Una buona occupazione, il contrasto e la diminuzione della precarietà, l’aumento dei redditi, senza dimenticare i valori dell’inclusione e della solidarietà e un nuovo modello di sviluppo finalizzato alla creazione di lavoro fondato su sostenibilità economica, ambientale, sociale e territoriale. Questi sono solo alcuni degli argomenti contenuti nel documento il “Lavoro è” che rappresenta il programma del diciottesimo congresso della Cgil, orientandone l’impegno dei prossimi quattro anni.
Stando ai dati della Cgia di Mestre per l’anno 2015, in Provincia di Bolzano, risultano 1,14 miliardi di evasione fiscale. Secondo Masera, proprio con la lotta all’evasione fiscale si potrebbero avere risorse aggiuntive di bilancio per migliorare il reddito dei dipendenti pubblici e privati, esigendo e sostenendo quindi la contrattazione di primo e secondo livello.
La segretaria ritiene inoltre indispensabili investimenti nella scuola e nella formazione, nella formazione continua, fondamentale per affrontare le nuove sfide nel mondo del lavoro e nella riqualificazione professionale. La Cgil/Agb dovrà anche proseguire l’impegno in una contrattazione sociale sul mantenimento e l’estensione dei servizi, garanzia dei diritti costituzionali, per la creazione, ad esempio, del cosiddetto “albo” delle badanti, perché anche le famiglie possano affrontare con meno difficoltà l’assistenza di chi, non autosufficiente, cerca di rimanere il più possibile a casa propria.
Tra i temi trattati anche la sanità: “Siamo in attesa e incalzeremo la politica per l’ineludibile realizzazione della riforma clinica. In campagna elettorale – ha ricordato Masera – tutti i candidati e le forze politiche presenti hanno considerato la sanità come uno dei problemi da affrontare e risolvere. Ci aspettiamo che dalle parole si passi ai fatti e che quindi in tempi brevi vengano mantenute le promesse elettorali”.
“Tanto impegno, quindi, – ha concluso – per tutte le categorie e per la confederazione per dare nuova vita ai diritti non solo di chi lavora, ma anche di chi ancora non lavora e di chi è in pensione con l’aiuto importantissimo dei nostri servizi che realizzano un legame stretto tra tutela individuale e collettiva, perché nessuno sia lasciato solo”.
Masera, 56 anni, logopedista al comprensorio sanitario di Bolzano, dal 2014 al 2018 è stata segretaria provinciale della Funzione Pubblica Cgil.

Foto, Cristina Masera neosegretaria , Susanna Camusso. e il segretario altoatesino uscente Ebner

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *