Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige in tavola dall’Europa al Canada

7 Novembre 2018

author:

Alto Adige in tavola dall’Europa al Canada

Buone chance sui mercati per gli alimenti e le bevande prodotti dalle aziende altoatesine.

Sono tra i settori trainanti dell’economia altoatesina, anche sui mercati stranieri: come evidenziano le esportazioni di merci per quasi 800 milioni di euro anche nel primo semestre del 2018, le bevande e gli alimenti prodotti dalle aziende altoatesine hanno un’ottima diffusione al di fuori dell’Alto Adige. Per far sì che possano differenziare i mercati verso cui esportano, IDM Alto Adige organizza diverse iniziative, come la recente visita di una delegazione proveniente dalla provincia canadese del Québec.
I vini altoatesini sono stati al centro della visita dei rappresentanti del monopolio del Québec (SAQ), che è responsabile della vendita di tutti gli alcolici e gestisce più di ottocento punti vendita nella provincia. Gli esperti canadesi sono venuti in Alto Adige per conoscere da vicino la filiera vitivinicola altoatesina e incontrare possibili partner commerciali. Per loro IDM ha organizzato in collaborazione con la Camera di commercio italiana in Canada una degustazione di vini, durante la quale i delegati hanno assaporato i vini di undici cantine, valutandoli e selezionando delle etichette da proporre nei negozi al dettaglio di tutto il Québec.
Iniziative di questo tipo sono molto importanti per le aziende locali, specialmente per quelle piccole e medie che spesso trovano ostacoli nell’esportazione proprio perché non hanno contatti con partner commerciali stranieri. «Quando una delegazione viene in Alto Adige, apprezza il nostro territorio, la professionalità delle imprese altoatesine e la qualità dei loro prodotti, incontrando poi dei possibili partner tra le aziende locali. È nostro compito, infatti, far conoscere le competenze del nostro territorio, mettendo le aziende altoatesine in contatto con i partner commerciali più adatti a loro, come avvenuto con questa delegazione. Questo infatti è il modo migliore per legare con potenziali clienti e avviare delle nuove collaborazioni, perché si instaura subito un rapporto personale», osserva il direttore di IDM Hansjörg Prast.
Oltre alle visite di delegazioni, anche altre azioni si sono rivelate utili per le aziende interessate a farsi conoscere al di fuori dei nostri confini. A un pubblico b2b proveniente dai territori francofoni e non solo si è rivolta la fiera SIAL che si è svolta a Parigi. All’evento, uno dei più importanti al mondo per il settore alimentare, hanno preso parte assieme a IDM nove aziende altoatesine che producono ed esportano alimenti e bevande: dallo speck al müsli, dalle grappe alle mele.
«Gli stand collettivi sono vantaggiosi per le aziende: partecipare assieme ad altre aziende sotto l’egida “Companies from Südtirol”, oltre a essere meno costoso di una partecipazione individuale, fa conoscere le imprese come parte di un territorio, il nostro, noto per le sue eccellenze gastronomiche», aggiunge Bettina Schmid, direttrice del dipartimento Sales di IDM. Ulteriori iniziative di questo tipo per le aziende che producono alimenti e bevande, come le fiere Food & Life a Monaco di Baviera, l’ISM a Colonia, la Biofach a Norimberga e la Gulfood a Dubai sono in programma per i prossimi mesi.

Foto/© IDM Ivo Corrà.  

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *