Cultura & Società Ultime Notizie

Verso un turismo a prova di ricerca automatica

29 Ottobre 2018

author:

Verso un turismo a prova di ricerca automatica

Parola agli esperti del mondo digitale al “Dialogo Turismo Alto Adige”.  

Chiedere a Siri dove trascorrere un week end nelle Dolomiti o farsi consigliare da Alexa un percorso cicloturistico alla scoperta dell’autunno altoatesino? Sembrano ipotesi lontane, ma sono in parte già realtà. Proprio la digitalizzazione, con le sfide e le opportunità che porta nel marketing turistico, è stata al centro del secondo “Dialogo Turismo Alto Adige” di IDM Alto Adige, che offre orientamento, ispirazione e un’occasione di scambio agli attori del turismo. Durante l’evento al KiMM di Merano alcuni esperti e rappresentanti di IDM hanno parlato della digitalizzazione dell’Alto Adige e del progetto “Open Data Hub Südtirol – Alto Adige”.
L’Alto Adige punta a essere una destinazione che non conosce i tentennamenti degli assistenti digitali: i cicloturisti, per esempio, che chiederanno dei consigli per un’escursione autunnale, riceveranno delle informazioni e non un cortese silenzio. «La chiave di tutto sta nei dati forniti. Proprio per questo IDM Alto Adige ha definito una strategia digitale per il turismo altoatesino e avviato il progetto “Open Data Hub Südtirol – Alto Adige” in collaborazione con diversi partner, tra cui HGV e LTS», ha osservato il direttore di IDM Hansjörg Prast. Il progetto ha lo scopo di condividere tra i partner e gli operatori turistici tutti i dati rilevanti per l’economia altoatesina, connettendo tra loro le informazioni fornite e garantendone la qualità.
Questo tipo di dati, connessi tra loro, precisi e aggiornati permettono agli strumenti di ricerca di recuperare e fornire delle informazioni complete. «Quando chiediamo un consiglio per un’escursione in bici alla scoperta della natura e della gastronomia autunnale in Alto Adige, stiamo chiedendo diverse cose: dove ci sono piste e percorsi ciclabili, se sono in paesaggi naturali o no, se in zona ci sono strutture che propongono piatti autunnali e quali sono i loro orari di apertura. Oltre a dover conoscere tutte queste informazioni, per poterci rispondere un assistente digitale deve sapere che sono in relazione tra loro: con i collegamenti spieghiamo proprio questo ai supporti digitali», ha spiegato Patrick Ohnewein, responsabile dell’Ecosystem ICT & Automation di IDM.
Di conseguenza, collegare tra loro informazioni precise e aggiornate facilita la risposta da parte degli strumenti basati sull’intelligenza artificiale, dando allo stesso tempo più visibilità alle informazioni: dagli assistenti digitali ai navigatori, dalle mappe interattive ai motori di ricerca, gli strumenti digitali sono, infatti, sempre più diffusi e usati nella quotidianità. Questo succede anche nel settore turistico, dove app e siti che si basano sull’intelligenza artificiale propongono strutture ed esperienze in modo automatico e in base alle esigenze degli utenti. Per poter sfruttare al meglio questi strumenti bisogna però adattare il proprio modo di fare promozione.
«Siamo di fronte a una situazione che richiede uno sforzo in più anche nel marketing turistico, ma che può portare ottimi risultati», ha osservato Florian Bauhuber, relatore principale della serata. Avere un’immagine facilmente riconoscibile è importante, ma non basta più. La ricerca da tablet e smartphone, infatti, non porta ai siti con le loro interfacce, bensì alle informazioni disponibili: più sono complete e organizzate, meglio è. «È ora di partecipare in prima persona agli sviluppi dell’intelligenza artificiale e ottimizzare i propri contenuti a questa nuova era»: questo è stato l’invito che Bauhuber ha rivolto a tutti i presenti.

In foto da sinistra a destra: Patrick Ohnewein (coordinatore dell’Ecosystem ICT & Automation, IDM Alto Adige), Elmar Premstaller (IT / Online Marketing, HGV), Florian Bauhuber (esperto in digitalizzazione del turismo e relatore principale dell’evento), Hansjörg Prast (direttore di IDM Alto Adige), Gudrun Esser (moderatrice dell’evento) e Domenique Hopfgartner (Corporate Digital Marketing & Consumer Service Manager, Dr. Schär)/© IDM / Ivo Corrà.  

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *