Cultura & Società Musica Spettacoli Ultime Notizie

Trento. Il Centro S. Chiara presenta i suoi “eventi speciali”

10 Ottobre 2018

author:

Trento. Il Centro S. Chiara presenta i suoi “eventi speciali”

All’interno del già ricco programma di spettacolo della Stagione 2018/2019, il Centro Servizi Culturali S. Chiara intende offrire al proprio pubblico una ulteriore serie di “eventi speciali”, legati ad alcune importanti festività. La programmazione è stata illustrata quest’oggi nel corso di una conferenza stampa da Francesco Nardelli, direttore del Centro Servizi Culturali S. Chiara, alla presenza di Enzo Bassetti, presidente del Centro S. Chiara, e di Joel Pacheco Spinkler, in rappresentanza dell’Associazione Cultura Messicana in Italia. Si inizierà sabato 20 ottobre con «CAPPUCCETTO ROSSO REFLEX», consolidato appuntamento con la Festa del Teatro al “Sociale” – inserito all’interno di Y Generation Festival – per arrivare poi, venerdì 2 novembre, alla celebrazione del Giorno dei morti, o meglio, del «DÌA DE MUERTOS»: una serata all’insegna della cultura popolare messicana, con laboratori per i più piccoli, performance teatrali, abiti tradizionali, e l’atteso concerto di ROY PACI & ARETUSKA. Spostando l’attenzione al periodo natalizio, dal 24 al 28 dicembre il Teatro Sociale ospiterà il «GRAN GALA DU CIRQUE», evento che raccoglie alcuni tra i più grandi talenti circensi del mondo, in un unico grande spettacolo. Infine, il 2018 si chiuderà con l’evento di Capodanno. Sul palco del Teatro Sociale salirà NERI MARCORÈ con il suo «Come una specie di sorriso», un omaggio al cantautore Fabrizio De André.

FESTA DEL TEATRO

Inserita all’interno di Y Generation Festival come evento conclusivo, ritorna l’appuntamento dedicato alla FESTA DEL TEATRO. Sabato 20 ottobre, a partire dalle ore 15.30, le sale e il foyer del Teatro Sociale verranno animate da «CAPPUCCETTO ROSSO REFLEX», giornata di festa in cui le porte del Teatro si apriranno liberamente per un viaggio indimenticabile nella celebre fiaba di Cappuccetto Rosso. Nuove interpretazioni, ribaltamenti di ruolo, riflessi cangianti e un percorso tutto da scoprire per piccoli e grandi spettatori. In ogni stanza del teatro sarà possibile partecipare a brevi performance danzate e ogni spettatore potrà scegliere a piacere il proprio itinerario per immergersi nella fiabesca atmosfera spettacolare.
Grandi e piccini avranno l’opportunità di aggirarsi lungo i diversi spazi di Palazzo Festi, accompagnati da brevi performance di danza ispirate alla popolare fiaba, interpretate da alcune scuole di danza della Regione. Il Foyer ospiterà “Lupus in Fabula”, con la scuola Artedanza di Trento e le coreografie di modern contemporaneo di Fabrizio Bernardini, mentre nel ballatoio del primo e secondo piano si esibirà la scuola Ritmomisto di Lavis con il contemporaneo neoclassico di “Un’altra storia”. All’interno della Sala Chiusole andrà in scena la danza contemporanea di “Cappuccetta, un lieve fruscio nel bosco!”, interpretata dai ragazzi della scuola musicale Il Diapason di Trento, sezione danza. Vicino alla Sala Chiusole sarà invece possibile assistere all’installazione live “Dentro…la scatola” – proposta dalla scuola Danzamania di Pergine – e all’esibizione di modern contemporaneo “Come diventare una nonna”, interpretata dalla CDM di Rovereto. Infine, la sala Wolkenstein ospiterà la D.Lab di Trento con “R.E.D. Red Ever Dream”, esibizione di modern contemporaneo.
A seguire, alle ore 17.30, sul palco del Teatro Sociale salirà la pluripremiata compagnia barese La Luna nel letto (premio L’Uccellino Azzurro, Premio Eolo Award) con lo spettacolo «CAPPUCCETTO ROSSO». Sotto la guida di Michelangelo Campanale e grazie ad un ottimo gruppo di danzatori-acrobati, rivivrà una tra le fiabe più popolari di sempre. Una storia che arriva da lontano, che racconta la vita in maniera semplice, ma esatta. Per lo spettacolo è previsto un ingresso numerato gratuito, con ritiro del biglietto presso il Punto Info Y del Teatro Auditorium, a partire da lunedì 1 ottobre, e presso la cassa del Teatro Sociale, un’ora e mezza prima dello spettacolo.

DÌA DE MUERTOS

Per la giornata di venerdì 2 novembre, il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone al pubblico un modo originale per festeggiare il “Giorno dei morti”. Prendendo come spunto la tradizionale festa “DÌA DE MUERTOS”, già consolidata presso la cultura latinoamericana e in particolare nel popolo messicano, il Teatro SanbàPolis di Trento ospiterà una serata ricca di spettacolo, intrattenimento e grande musica, con il concerto del celebre trombettista siciliano ROY PACI & ARETUSKA (alle ore 22 circa).
Negli ultimi anni la festività del “Dìa de muertos” ha acquistato maggior importanza e notorietà oltre il confine del continente Americano, grazie anche al riconoscimento datole dall’UNESCO come patrimonio orale e immateriale dell’umanità. La serata di venerdì 2 novembre – realizzata in collaborazione con l’Associazione Cultura Messicana in Italia e con il patrocinio del Consolato del Messico a Milano – cercherà di rappresentare la festività così come la praticano le comunità indigene. Verrà celebrato il ritorno transitorio alla terra dei famigliari e dei cari defunti, attraverso un ricco programma che si basa sulle antiche ritualità messicane: i fiori, le candele, le offerte, fino alla preparazione delle prelibatezze culinarie preferite dai defunti, da posizionare sull’Altar de muertos. A partire dalle ore 15.00, il pubblico di ogni età potrà intrattenersi con laboratori, “trucca bimbi” per i più piccoli, proiezioni di cortometraggi dedicati alle origini della festa, stand gastronomici con degustazione di specialità messicane (a cura dell’Associazione Cultura Messicana in Italia), fino al momento in cui verrà approfondito il reale significato della festa. A conclusione della serata ci sarà spazio per il concerto di Roy Paci & Aretuska – gruppo musicale di orientamento ska/jazz, capitanato dal noto trombettista siracusano – a cui farà seguito un coinvolgente dj set di musica latina.
Per l’evento è previsto un biglietto di ingresso al costo di 15 Euro, con una riduzione a 10 Euro riservata agli Under 26 e agli universitari. Per prendere parte ai laboratori e al “trucca bimbi” è prevista una quota di partecipazione di 5 Euro. Potranno partecipare un massimo di 30 bambini, con un’età compresa tra i 6 e i 12 anni, prenotandosi presso il Punto Informativo del Teatro Auditorium.
Inoltre, per gli interessati, all’interno del Teatro sarà disponibile un servizio gratuito di truccatrici specializzate.

GRAN GALA DU CIRQUE

Per il Natale 2018 il Centro Servizi Culturali S. Chiara porta sul palco del Teatro Sociale la magia del circo con il “GRAN GALA DU CIRQUE”. Dal 24 al 28 dicembre 2018 il pubblico potrà ammirare alcuni tra i più grandi, creativi e talentuosi circensi al mondo, tutti insieme in un unico straordinario spettacolo. Come in un sogno, si alterneranno sulla scena grandissimi interpreti di quest’arte, a metà tra la suspense del circo classico e il fascino della danza contemporanea. Artisti da Las Vegas, dal Lido di Parigi, dal Festival di Monte Carlo, dai teatri internazionali più prestigiosi e dai circhi più rinomati come il Cirque du Soleil. Un magnifico show di altissimo livello artistico, tra intensa poesia e grande comicità. Un evento internazionale, irripetibile, che di volta in volta propone elementi variegati e differenti, e che grazie ad un parterre di performer incredibili, si conferma essere un format straordinario.
Per cinque giornate, il palcoscenico del Teatro Sociale verrà calcato dal meglio del panorama circense mondiale (Ucraina, Cile, Italia, Ungheria, Germania, Bulgaria e Russia), con la presenza di alcune tra le personalità più forti dello spettacolo dal vivo contemporaneo: con le sue movenze ora delicate, ora comiche, ora emozionanti, l’elegante quartetto di artisti ucraini Dekru, maestri della pantomima moderna, accompagnerà per tutta la serata il pubblico in un viaggio tra le stelle del nuovo circo; Tim Kriegel, danzatore aereo, vincitore della medaglia d’argento al Festival du Cirque de Demain di Parigi; Francisco Rojas, acrobata che danza sospeso volteggiando in un particolare attrezzo chiamato ruota cyr; i Golden Power, un duo di equilibristi possenti come statue, completamente dipinti d’oro; Olga Golubeva, ballerina acrobatica di scuola russa che propone le sue evoluzioni su di un suggestivo lampione volante; Katlin Vassileva, danzatrice aerea, che presenta un numero acrobatico con l’hula hoop e una poetica esibizione al tessuto; Lorenzo Bernardi, contorsionista, esponente di spicco delle nuove leve del circo italiano già acclamato nei programmi tv di maggior successo.
Il “Gran Gala du Cirque” esordirà a Trento lunedì 24 dicembre, alle ore 16.00. Nelle altre quattro serate lo spettacolo avrà invece inizio alle ore 20.30. Il biglietto d’ingresso avrà un costo compreso tra 10 e 25 Euro.

EVENTO DI CAPODANNO

Per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno, il Teatro Sociale ospiterà uno show musicale dedicato ad uno tra i più amati cantautori italiani, interpretato da un volto noto dello spettacolo italiano. «COME UNA SPECIE DI SORRISO» è, prima di tutto, un verso della celebre canzone “Il pescatore” di Fabrizio De André, diventato ora un bellissimo spettacolo dedicato a Faber, interpretato da NERI MARCORÉ. In «Come una specie di sorriso» c’è tutto Fabrizio De André, anche quello meno conosciuto, quello che Neri Marcorè – qui nelle vesti di cantante e chitarrista – più ama e che tutti amano. La serata sarà scandita da un ricco repertorio musicale, impreziosito dagli arrangiamenti sofisticati di Stefano Cabrera (GnuQuartet), che trascinerà il pubblico in un emozionante viaggio musicale attraverso i versi immortali del grande cantautore genovese.
Dotato dell’istrionismo che solo i grandi mattatori dello spettacolo possono avere, Neri Marcoré è artista poliedrico con esperienze di successo in molti campi: radio, cinema, teatro, televisione, doppiaggio. La sua carriera, iniziata nei primi anni ’90, è un mosaico di grandissimi successi, tra cui è impossibile non ricordare “Il cuore altrove” di Pupi Avati (Nastro d’argento per Miglior Attore) e le grandi trasmissioni televisive accanto a Serena Dandini e ai fratelli Guzzanti. Amatissimo da pubblico e critica e antidivo per eccellenza, Marcorè negli ultimi anni si è dedicato con particolare attenzione al teatro musicale, esplorando pietre miliari della musica quali Giorgio Gaber e i Beatles.
Nell’appuntamento di lunedì 31 dicembre – con inizio del concerto previsto per le ore 21.30 – il 51enne artista marchigiano sarà accompagnato dallo GNUQUARTET, un quartetto dal singolare organico strumentale, composto da Stefano Cabrera (violoncello), Roberto Izzo (violino), Francesca Rapetti (flauto traverso) e Raffaele Rebaudengo (viola). Grazie ad uno stile inconfondibile, gli GnuQuartet hanno collaborato con grandi artisti quali Subsonica, Afterhours, PFM, Gino Paoli, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e molti altri. Ingredienti, questi, di primissima qualità, per omaggiare come merita uno dei più grandi poeti del cantautorato.

In foto: Katlin Vassileva – La danza nel cielo.  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *