Cultura & Società Spettacoli Ultime Notizie

Religion Today Film Festival, il viaggio continua, dal Trentino alla Basilicata

15 Ottobre 2018

author:

Religion Today Film Festival, il viaggio continua, dal Trentino alla Basilicata

A pochi giorni dalla conclusione della 21a edizione, Religion Today riprende il suo “viaggio nelle differenze” con due significative tappe trentine che rilanciano l’attenzione verso i diversi pubblici e la cultura dell’incontro da sempre al cuore della proposta del Festival. La partecipazione ad entrambi gli appuntamenti è libera e gratuita.

Martedì 16 ottobre, alle ore 20.30, il Cinema Rosmini di via Paganini a Rovereto ospiterà la proiezione del film di Ermanno Olmi ”vedete, sono uno di voi”, vincitore del Gran premio “Nello spirito della fede” della 20° edizione del Festival. La serata, offerta dal Comune di Rovereto nell’ambito della programmazione per l’anno accademico 2018-2019 dell’Università dell’Età Libera, intende tornare sulla poliedrica figura del cardinale Carlo Maria Martini attraverso lo straordinario documentario di un grande maestro del cinema italiano da poco scomparso. Nel rendere omaggio al pastore, al biblista, all’intellettuale Martini, Ermanno Olmi ha firmato anche il suo testamento spirituale, identificandosi profondamente nelle opere e nelle parole del vescovo della sua città. Il film rilegge settant’anni di storia della chiesa e della società italiana, dalla cronaca del dopoguerra al boom economico, dal terrorismo alla crisi del lavoro; in primo piano la testimonianza profetica di un prelato e di un uomo che ha saputo interpretare eventi anche drammatici, dando risposta agli smarrimenti della gente e facendosi promotore di una chiesa del Vangelo e non dei dogmi.
Venerdì 19 ottobre, alle ore 19.00, l’appuntamento è invece presso il Centro culturale islamico di Gardolo in via Soprasasso, dove sarà proiettato il film “Detainee X” di Manee Osman (Canada, 2018, 75’). La proiezione, organizzata in collaborazione con la Comunità islamica di Trento come occasione concreta di confronto e di scambio, offrirà nuovi spunti di riflessione sull’ondata di xenofobia e intolleranza che ha investito gli Stati Uniti (e non solo). Il film, infatti, ha per protagonista un giovane musulmano-americano con la passione per i videogiochi e i fumetti, che nel cuore della notte viene rapito da un’unità speciale e portato in una base militare per essere imprigionato e processato illegalmente da un tribunale segreto. Manee Osman traccia il convincente ritratto di un ragazzo di “seconda generazione”, diviso tra le aspettative della madre e la sua educazione “occidentale”; ma le complesse tensioni identitarie che attraversano le comunità migranti qui si intrecciano con la rappresentazione di un’America polarizzata e islamofobica, in cui anche i più basilari diritti sono minacciati o negati. Il “Detenuto X” precipita in un oscuro mondo di torture illegali, e scopre che l’unico crimine che ha commesso è proprio quello di essere nato musulmano.
Il Festival prosegue inoltre il suo cammino lungo la penisola. Alcuni dei film premiati saranno proiettati presso la comunità di Nomadelfia a Roma (lunedì 15 ottobre) e, a seguire, nel corso di due incontri a Melfi e Potenza (16 e 17 ottobre), per una rete sempre più stretta tra quanti, in Italia, si occupano di cinema, religioni, dialogo e intercultura.

In foto: Vedete, sono uno di voi – Carlo Maria Martini.  

 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *