Cultura & Società Ultime Notizie

Progetto transnazionale sulle tracce romaniche dei luoghi di interesse culturale in Alto Adige e nel Cantone dei Grigioni

17 Ottobre 2018

author:

Progetto transnazionale sulle tracce romaniche dei luoghi di interesse culturale in Alto Adige e nel Cantone dei Grigioni

“Sentieri del cielo”: questo è il nome dei 25 luoghi romanici di interesse culturale del progetto transnazionale “Via Romanica delle Alpi” in Alto Adige e nel Cantone svizzero dei Grigioni. Vengono presentati borghi e castelli, chiese e cappelle e con Glorenza anche una città medioevale. Il progetto, coordinato da IDM Alto Adige, prevede diverse iniziative: da una brochure illustrata, alla formazione di mediatori culturali fino ad un sito dedicato. Uno dei momenti clou è stata la “Giornata del romanico” che si è svolta sabato scorso. Il progetto rientra nel tema “Piccole città & Cultura”, uno dei sei importanti temi di viaggio per chi fa le vacanze in Alto Adige.

L‘Abbazia di Monte Maria, la città medioevale di Glorenza, la Chiesa di San Procolo a Naturno, Castel Tirolo e la Cappella di Castel d‘Appiano in Alto Adige ma anche l’Abbazia di San Giovanni a Müstair in Svizzera: tutti questi siti sono solo alcuni dei 25 luoghi romanici di interesse culturale che possono essere visitati da chi viene in vacanza in Alto Adige ma anche dagli altoatesini stessi che vogliono seguire la “Via Romanica delle Alpi”. Il romanico è l’elemento che collega tra loro i diversi siti che lungo il percorso invogliano a una visita; questi sono dislocati lungo importanti percorsi commerciali o di pellegrinaggio che una volta attraversavano le Alpi. Questo progetto è stato avviato da Val Venosta Marketing ed è stato ereditato da IDM, che lo pubblicizza e lo anima con diverse iniziative. «“Piccole città & Cultura” è un tema di viaggio che interessa molto chi viene in Alto Adige a fare vacanza. Per questo è uno dei sei temi che abbiamo definito per la nostra destinazione sulla base di indagini di mercato ed esperienze. Il potenziale in questo settore è molto elevato, come mostrano le indagini, perché la predisposizione a fare qualcosa di culturale o formativo in vacanza è risultata alta e l’attività “visitare città” in Alto Adige è molto apprezzata nei nostri mercati principali Italia, Germania, Austria e Svizzera. “Via Romanica delle Alpi – Sentieri del cielo” è un progetto concreto che trasmette in modo avvincente il tema della cultura e lo rende vivibile» afferma Kurt Sagmeister, responsabile per il Destination Management Ovest di IDM, reparto che ha elaborato il progetto e che adesso ne cura la gestione.
Protagoniste del progetto sono sia le piccole città sconosciute che quelle grandi e più famose. Obiettivo è di creare una rete tra questi luoghi e di far sapere ai turisti e agli altoatesini stessi quali tesori culturali ci sono in Alto Adige e nei Grigioni lungo questo percorso e renderli accessibili. Mediatori culturali formati appositamente raccontano ai visitatori tutte le informazioni interessanti sugli edifici e sui luoghi rendendo così il romanico avvincente. In una brochure e nel sito www.stiegenzumhimmel.it, per i quali sono state scattate le foto di 25 meraviglie medioevali, vengono presentati in dettaglio tutti i luoghi; il sito contiene anche notizie interessanti sulla strada del romanico. Durante la “Giornata del romanico” di sabato scorso, che ha visto festeggiamenti in tutte queste location, si sono svolte visite guidate gratuite e sono state proposte attività culturali e iniziative serali per gli interessati. «Abbiamo voluto fissare così un momento all’anno dedicato al romanico, e siamo molto soddisfatti del riscontro che ci hanno dato gli ospiti in vacanza ma anche gli abitanti dell’Alto Adige» afferma Sagmeister.

In foto: la visita guidata nella chiesa di San Giacomo a Grissiano con lo storico dell’arte Florian Hofer/© IDM Claudia Corrent.  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *