Cultura & Società Ultime Notizie

Merano. Incontro dei giardinieri degli arboreti ai Giardini di Castel Trauttmansdorff

26 Ottobre 2018

author:

Merano. Incontro dei giardinieri degli arboreti ai Giardini di Castel Trauttmansdorff

I giardinieri degli arboreti tedeschi hanno incontrato ieri il team dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, piantando anche un albero asiatico.

Ieri giardinieri specializzati in arboreti provenienti da ogni angolo della Germania si sono dati appuntamento ai Giardini di Castel Trauttmansdorff. Karin Kompatscher, curatrice botanica dei Giardini, ha dato loro il benvenuto, accompagnando il gruppo tra i paesaggi autunnali. Nel pomeriggio, i giardinieri hanno messo a dimora un albero asiatico, il Choerospondias axillaris, appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae. Karin Kompatscher non ha nascosto la sua soddisfazione per l’arricchimento del patrimonio di piante legnose: “L’albero, dono dei giardinieri degli arboreti, potrà ora crescere in un luogo incantevole, nell’area tematica Boschi del Mondo. Non vedo l’ora di scoprire se sarà maschio o femmina e se prima o poi i suoi frutti esotici potranno essere gustati anche a Merano.” Dopo la messa a dimora della pianta, i giardinieri degli arboreti si sono confrontati con il team dei Giardini di Castel Trauttmansdorff. La comitiva si è quindi recata a Prissiano dove, ai piedi Castel Katzenzungen, cresce la vite Versoaln: una visita guidata e una degustazione di vini hanno concluso il programma.
L’incontro dei giardinieri degli arboreti è stato organizzato dalla Verband Botanischer Gärten, l’associazione germanica dei giardini botanici.

In foto: il team dei Giardini di Castel Trauttmansdorff è lieto di aver ricevuto un albero asiatico: si tratta di una pianta caducifoglia tipica di India, Nepal, Cina e Giappone, i cui frutti vengono consumati crudi o trasformati in succo, gelatina, gelato e addirittura in cetrioli sott’aceto.
Da sinistra: Karin Kompatscher, curatrice dei Giardini; Gand Siegfried, dirigente del arboreto del giardino botanico dell‘Università Johannes-Gutenberg-Mainz e Werner Ladurner, giardiniere Trauttmansdorff. 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *