Cultura & Società Musica Ultime Notizie

L’Ensemble Windkraft a Bolzano per inaugurare il 44. Festival di Musica Contemporanea

16 Ottobre 2018

author:

L’Ensemble Windkraft a Bolzano per inaugurare il 44. Festival di Musica Contemporanea

L’universo musicale contemporaneo è ricco e articolato. Talvolta complesso, spiazzante ad un primo ascolto, ma ricco di sorprese ed entusiasmante se l’ascoltatore è capace di abbandonare i preconcetti. La musica contemporanea lotta per imporsi, cerca nuove soluzioni, nuove idee, nuove suggestioni, e lo fa anche sul nostro territorio.
L’attenzione dell’Alto Adige al contemporaneo non si ferma col finire dell’estate. Tra le tante iniziative che costellano l’autunno altoatesino spicca infatti il Festival di Musica Contemporanea (20.10 -21.11.2018), giunto quest’anno alla sua 44° edizione. 44 anni per mettere Bolzano e il suo territorio in contatto con l’avanguardia europea, scoprire nuovi artisti e soprattutto portare alla luce i talenti del nostro territorio.
Il Festival quest’anno guarda a nord e a sud, ai compositori del Tirolo e alle nuove leve della musica italiana con particolare attenzione a quell’incubatrice che sono il Conservatorio di Udine e il Conservatorio di Alessandria, dove i compositori Mario Pagotto e Luca Macchi fanno scuola grazie alla loro attività didattica e compositiva. Queste due istituzioni si presentano quest’anno a confronto con il Conservatorio di Bolzano e la classe di Heinrich Unterhofer.
Ad inaugurare questa 44° edizione è l’Ensemble Windkraft, vera e propria eccellenza del nostro territorio per quanto riguarda l’interpretazione di musica contemporanea, con un concerto a Museion sabato 20 ottobre alle ore 18.00. La piccola orchestra di fiati e ottoni nata nel 1999 si pone come ponte tra tradizione e innovazione presentandosi come “Kappelle für Neue Musik”, e proietta così nel futuro la secolare tradizione tirolese della musica per strumenti a fiato.
L’ensemble diretto da Kasper de Roo eseguirà a Museion, scrigno dell’arte contemporanea a Bolzano, musiche di compositori dell’Euregio per lo più ancora viventi e già affermati grazie alla loro interessante produzione.
Il programma si apre con il brano Cervoscarbo, per sestetto di fiati, composto da Michael F.P. Huber, formatosi prevalentemente ad Innsbruck e a Vienna con compositori come Peter Suitner e Kurt Schwertsik, e da anni attivo come musicista, compositore e pedagogo. Lo stesso può dirsi di Heinrich Unterhofer, formatosi però a contatto con il panorama italiano tra Bolzano e Milano. Dopo gli esordi come compositore classico si è dedicato anche ala musica elettronica e sperimentale, aggiudicandosi alcuni premi come il “G.B. Viotti” di Vercelli, “La Ville e Bagneux” a Parigi, il “Città di Trieste” e l’IBLA a New York. Di Unterhofer Windkraft eseguirà Ars Longa Vita Brevis per quintetto di fiati.
Seguirà anche un omaggio al compositore Gottfried von Einem, morto nel 1996, una figura molto importante per il panorama austriaco. Allievo di Boris Blacher divenne celebre grazie all’opera Dantons Tod, messa in scena ai Salzburger Festspiele nel 1947 con grande successo. Von Einem ha composto quasi esclusivamente musica per teatro, ed è stato un compositore eclettico pur rimanendo sempre in un ambito tonale. Di Von Einem Windkraft eseguirà, Alpacher Serenade Gluck, Tod und Traum.
Questo concerto inaugurale prevede anche due prime assolute, a dimostrazione dell’impegno nella produzione e promozione della Nuova Musica.
Di Manuel De Roo, attivo soprattutto tra Vienna e Salisburgo verrà eseguito in prima assoluta il brano Siehe Raphael, per dieci strumenti a fiato. De Roo ha già all’attivo importanti collaborazioni con l’ ”Österreichischen Ensemble für Neue Musik” di Salisburgo, i “Bamberger Symphoniker ed il “Klangforum Wien”.
Da ultimo chiude la serata la prima esecuzione assoluta della nuova partitura di Luca Sticotti, dal titolo Quasi. Giornalista, musicista, conduttore radiofonico, Sticotti è anche un apprezzato compositore, in bilico tra il jazz, il postmoderno ed i nuovi linguaggi.
Il festival proseguirà sabato 27 ottobre alle ore 18.00 presso il Conservatorio Monteverdi di Bolzano con un concerto eseguito da un’orchestra da camera formata dagli studenti dei conservatori di Bolzano, Udine e Alessandria, diretta da Andrea Cappelleri, con un programma che presenterà una panoramica della produzione musicale delle nuove leve delle classi di composizione.

In foto: Windkraft by David Schreyer.  

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *