Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige. “Taste the Mountain” rivisita la cucina di montagna

26 Ottobre 2018

author:

Alto Adige. “Taste the Mountain” rivisita la cucina di montagna

La reinterpretazione moderna della cucina tradizionale è al centro dell’evento specialistico organizzato da IDM.

Interpretare in chiave nuova e moderna la cucina tradizionale di montagna dell’Alto Adige, i suoi prodotti e metodi di lavorazione tipici: questo è lo scopo di “Taste the Mountain” un’idea che IDM Alto Adige vuole lanciare, a livello locale e non, assieme a partner come lo chef stellato Norbert Niederkofler. La comunicazione di questo progetto ha preso il via ieri con l’apertura di un evento specialistico di tre giorni interamente incentrato sulla cucina di montagna. La manifestazione è rivolta a chef, produttori di alimenti, esperti e giornalisti del settore food & beverage provenienti da tutto il mondo.
Fermentazione, affumicatura e altri metodi speciali di conservazione tipici delle zone montane, ma anche antiche varietà di verdure quasi estinte come la tuberina o la sedanina coltivata sono tipiche della cucina di montagna nata e vissuta in Alto Adige. In tavola arrivava soltanto quello che cresceva qui. «Vivere in montagna non era sempre facile, perciò le persone dovevano farsi venire in mente qualcosa e diventare creative. Dobbiamo ringraziare queste circostanze se oggi vengono prodotti formaggi di tutti i tipi e lo speck viene affumicato», spiega Norbert Niederkofler. Di come questa cucina tradizionale può essere portata nel ventunesimo secolo discute in questi giorni un pubblico di rinomati esperti all’evento specialistico “Taste the Mountain” organizzato da IDM a Bolzano e nei suoi dintorni.
Uno degli esperti della nuova cucina altoatesina di montagna è lo stesso Niederkofler, che sta mettendo in pratica questo concetto da alcuni anni ed è stato partner di IDM nell’ideare la manifestazione. Con presentazioni e relazioni sono state fornite ai partecipanti di “Taste the Mountain” molte nozioni e informazioni sulla cucina di montagna. Viene attribuito molto valore soprattutto alla sensibilizzazione per questo tema di tutti coloro che lavorano nelle cucine altoatesine, dall’apprendista allo chef: al workshop di cucina con lo chef stellato Norbert Niederkofler, Thorsten Probost e Thomas Tutzer viene illustrato in modo molto pratico cos’è la cucina di montagna moderna e sostenibile e come si preparano i suoi piatti, in modo da farli piacere allo stesso modo agli altoatesini e ai turisti. Proprio per chi passa le sue vacanze in Alto Adige mangiare bene è molto importante e rappresenta un tema di viaggio molto sentito; per tutti loro il livello più alto della gastronomia è un centro d’attrazione particolarmente interessante.
«In Alto Adige la cucina di montagna è a casa propria. Prodotti regionali, ristoranti top, alberghi altoatesini e una cultura del vino vissuta veramente fanno sì che l’Alto Adige sia un attraente territorio del gusto. La cucina di montagna dell’Alto Adige è forgiata dalle radici contadine del territorio, dalla vita in montagna e da un paesaggio unico. In Alto Adige la gastronomia stabilisce nuovi criteri e dà valore all’autenticità e alla concretezza. Tutto questo è apprezzato anche dai turisti», ha affermato il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher ieri all’apertura di “Taste the Mountain”. «IDM è convinta del valore dell’iniziativa, perché rappresenta esattamente quei valori che vogliamo trasmettere ai potenziali ospiti dell’Alto Adige: autenticità e genuinità. Inoltre il tema “mangiare e bere” è una delle competenze chiave dell’Alto Adige e per questo è un aspetto centrale del marketing della destinazione», afferma il presidente di IDM Hansi Pichler. «Con questo evento specialistico vogliamo rafforzare l’Alto Adige come centro di competenza per la cucina e i prodotti di montagna e consolidare la nostra immagine come territorio del gusto».

Foto/© IDM Ivo Corra.  

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *