Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige. Parte l’azione “Natale nella scatola di scarpe”

9 Ottobre 2018

author:

Alto Adige. Parte l’azione “Natale nella scatola di scarpe”

Momenti di felicità per i bambini poveri – aiutaci anche tu!

Ancora una volta è arrivato il momento di un’azione speciale: “Natale nella scatola di scarpe”. Questa è una delle azioni regalo più popolari nel mondo di lingua tedesca. Quest’anno l’Alto Adige partecipa per la ventesima volta. Nel 2017 sono state raccolte 3.555 scatole di scarpe nel nostro paese. Le scatole di scarpe vengono riempite con piccoli regali e distribuite a bambini poveri, per loro una gioia indimenticabile. Con questi regali i bambini si rendono conto che qualcuno pensa a loro. I regali sono distribuiti dall’Associazione “Regali di speranza” nel contesto delle celebrazioni natalizie. Quest’anno in Ucraina, Moldavia, Georgia e Romania. I bambini che ricevono i regali vivono in situazioni difficili. Con “Natale in una scatola di scarpe” sono incoraggiati a ritrovare la forza e la speranza nella fede. In tanti Paesi i bambini ricevono anche da mangiare, vengono aiutati a fare i compiti e ricevono altri sostegni pratici. Spesso queste offerte facilitano anche alle famiglie un’interazione sociale.
“Come Team Alto Adige, ci siamo prefissati l’obiettivo di raccogliere 4.000 confezioni regalo. Saremmo felici se molti altoatesini ci sostenessero in questo. Con i doni possiamo portare più di un semplice momento di felicità ai bambini dell’Europa dell’est, molti dei quali non hanno mai ricevuto un regalo. “Vorrei ringraziare in anticipo a tutti coloro che ancora una volta, o forse per la prima volta prendono parte all’azione “Natale nella scatola di scarpe”, facendo così una grande gioia a molti bambini,” dice Linde Oester, coordinatrice di “Natale nella scatola da scarpe” in Alto Adige. Chi non ha tempo per fare i pacchetti, può anche donare degli oggetti per riempire più scatole di scarpe. Oppure, chi vorrebbe sostenere l’azione finanziariamente, trova informazioni sul sito web www.weihnachten-im-schuhkarton.at.

Amore per il prossimo significa condividere con altri.

Molti volontari sono ora coinvolti in questa azione in Alto Adige. “Una donna di Prato per esempio, l’anno scorso ha fatto insieme ad altre donne 95 berretti lavorati ad uncinetto, che sono stati aggiunti nelle scatole di scarpe. A dicembre era in vacanza in Madagascar e gli capitò di incontrare bambini che avevano appena ricevuto un pacchetto regalo in una scatola di scarpe. Quest’incontro l’ha resa molto felice e adesso lavora ad uncinetto già da settimane con ancora più gioia e motivazione,” racconta un volontario. Anche ad Ultimo, c’è una donna anziana che nel corso degli anni ha fatto centinaia di calzini caldi lavorati a maglia per l’azione. A Bolzano, una donna senza figli prepara con amore oltre 40 pacchetti all’anno. Dal 1993 sono stati raggiunti con l’azione globale “Operation Christmas Child” già 157 milioni di bambini. Solo nel 2017 sono stati distribuiti ca. 11 milioni di pacchetti regalo. Nella parte tedesca dell’Europa sono stati raccolti nell’anno 2017 più di 400.000 pacchetti regalo, di cui la maggior parte sono stati distribuiti nell’Europa dell’est.

Come si fa un pacchetto regalo?

È molto semplice: una scatola di scarpe viene foderata con carta da regalo. Si può scegliere se si vuole fare un regalo per un maschio o per una femmina e per quale età. In Internet ci sono etichette che si possono stampare, ritagliare e attaccare sulla scatola. Poi si riempie la scatola con diversi regali, giocattoli (bambola, macchinetta, peluche), vestiti (sciarpa, berretto, guanti), dolci (cioccolata, caramelle), quaderni, colori, spazzolino, dentifricio. E’ importante che i regali siano nuovi e non usati. Le modalità per fare un pacchetto regalo e le etichette da ritagliare sono anche riportate sui volantini che vengono distribuiti in vari posti di raccolta in Alto Adige oppure si possono trovare nel sito www.weihnachten-im-schuhkarton.org.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *