Cultura & Società Spettacoli Ultime Notizie

ALPS MOVE 2018 alla Raiffeisenhaus di Lana il 5 e il 6 ottobre

2 Ottobre 2018

author:

ALPS MOVE 2018 alla Raiffeisenhaus di Lana il 5 e il 6 ottobre

Si apre il sipario sul festival altoatesino di danza contemporanea e teatro sperimentale con Anastasia Kostner, Rixa Rottonara, Sabine Raffeiner e la compagnia spagnola Ertza. 

La scena di danza contemporanea in Alto Adige è pronta ad aprire nuovamente il sipario. Alla Raiffeisenhaus di Lana il 5 il 6 ottobre, alle 20.00, tre coreografi altoatesini ed un ospite internazionale porteranno in scena quattro produzioni per Alps Move 2018, il festival di teatro danza che da dodici anni anima i palcoscenici della nostra provincia.
Tra danza acrobatica, hip hop, break dance e teatro danza il festival offrirà al pubblico il più ampio spettro di possibilità espressive, per conoscere quello che producono i nostri artisti operanti sul territorio e all’estero.
Largo spazio ai giovani quest’anno, a cui è proposto un tema di grande attualità: radici. In un momento storico in cui si ripropongono grandi migrazioni di popoli, confini che si aprono grazie alla tecnologia e barriere che si innalzano per effetto della propaganda nazionalista e populista i giovani danzatori si confronteranno con le proprie radici culturali, la natura umana, la fisionomia delle nostre società, traducendo tutto in danza e teatro.
Giovani come Anastasia Kostner, danzatrice gardenese da anni attiva come professionista in Olanda, che a Lana il 5 ottobre presenterà Strive, uno spettacolo prodotto dalla compagnia meranese Tanzschmiede/Fucinadanza di Martina Marini. La coreografia della Kostner pone al pubblico interrogativi sulla natura stessa dell’essere umano: da dove nasce il bisogno di accumulare e consumare, l’avidità e l’ansia di possesso? Sono forse manifestazioni del nostro atavico istinto di sopravvivenza, ora che nessun pericolo reale ci minaccia?
“Nel creare questa performance mi sono chiesta se la crescita costante della nostra società, della nostra economia, sia dovuta ad una spinta, una pressione sociale”, spiega la Kostner. “O se piuttosto nasca da un nostro bisogno primario, qualcosa di indelebile che ci portiamo dentro sin dalle origini della nostra specie”.
Sul palco insieme alla danzatrice gardenese anche Camilla Bundel, Christian Guerematchi, ed il trentino Riccardo Meneghini, danzatore attivo internazionalmente che ha collaborato con coreografi come Carolyn Carlson, Russell Maliphant, Rui Horta, Didi Veldman, Janet Smith, Liv Lorent e molti altri.
Nella stessa serata sarà ospite di Alps Move anche la compagnia spagnola Ertza, del coreografo Asier Zabaleta. I danzatori Thiago Luiz Almeida e Caio Henrique de Souza interpreteranno un pezzo dal titolo Meeting Point, dove la break dance e l’hip hop si incontrano con la danza contemporanea, quasi metafora del reale incontro umano e professionale dei due artisti e Zabaleta stesso.
Il 6 ottobre va invece in scena Die ewige Gegenwart, prodotto dalla regista e coreografa meranese Sabine Raffeiner, attiva da anni anche come insegnante e danzatrice presso la scuola Arabesque di Merano, e recentemente vincitrice del Premio Fersen 2016 alla regia. La Raffeiner si avvale di ballerini altoatesini per aprire il sipario su profonde questioni esistenziali legate alle modalità con cui le nuove tecnologie possono influire sulla natura umana fino al punto di modificarne i tratti distintivi. Sul palcoscenico i danzatori Laura Andrian, Silvia Greghi, Eleonora De Maio e Tania Ottavi lottano per conservare le loro radici e la loro capacità di immaginare un futuro per sfuggire così alla minaccia di un “eterno presente”.
La seconda parte della serata vedrà invece in scena per la prima volta ad Alps Move la meranese Rixa Rottonara, e Rebecca Dirler, originaria di Lana. Le due danzatrici attive da anni all’estero si dedicano alla danza aerea e propongono uno spettacolo dal titolo Out of home. La performance affronta il tema dell’identità e delle radici attraverso la danza contemporanea e la danza acrobatica, allargando il concetto della migrazione ad ogni spostamento in un contesto estraneo dove si è contemporaneamente messi a confronto con la nuova società, i suoi pregiudizi, e la propria precaria identità.
Dopo i due spettacoli di Lana Alps Move dà appuntamento al 25 ottobre, a Merano, al Teatro Puccini, con altre due giovani artiste altoatesine da anni attive in Europa come professioniste della danza: Francesca Ziviani e Marion Sparber.

www.alpsmove.it

LANA – Sala Raiffeisen
05.10

STRIVE
Konzept / Concetto: Anastasia Kostner & Martina Marini
Choreografie / Coreografia: Anastasia Kostner mit Tänzern / con i danzatori
DarstellerInnen / Interpreti: Camilla Bundel, Christian Guerematchi, Riccardo Meneghini, Anastasia Kostner
Musik / Musica: Rutger Muller
Produktion / Produzione: Tanzschmiede / Fucina Danza

MEETING POINT
Regie / Regia: Asier Zabaleta
Darsteller / Interpreti: Thiago Luiz Almeida & Caio Henrique de Souza
Choreografie / Coreografia: Asier Zabaleta mit Tänzern / con i ballerini
Musik / Musica: Bosques de mi mente

06.09

DIE EWIGE GEGENWART
Konzept / Concetto: Sabine Raffeiner
Choreografie / Coreografia: Sabine Raffeiner und die Tänzerinnen / e i danzatori
Regie / Regia: Sabine Raffeiner
Darstellerinnen / Interpreti: Laura Andrian, Silvia Greghi, Eleonora De Maio, Tania Ottavi

OUT OF HOME
Konzept / Concetto: Kristina Francisco, Rixa Rottonara
Choreografie / Coreografia: Rebecca Dirler, Rixa Rottonara
Regie / Regia: Rixa Rottonara
Darstellerinnen / Interpreti: Rebecca Dirler, Rixa Rottonara

In foto: Ewige Gegenwart.  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *