Cultura & Società Ultime Notizie

“Viabilità, le infrastrutture di Agenda Bolzano complete tra 12 anni, cittadini e imprese hanno problemi adesso”

18 Settembre 2018

author:

“Viabilità, le infrastrutture di Agenda Bolzano complete tra 12 anni, cittadini e imprese hanno problemi adesso”

Corrarati: il piano di Provincia e Comune venga integrato con soluzioni immediate.  

“Speriamo che il tempo trascorra in fretta. Verrebbe da dire così, analizzando il piano strategico della viabilità del capoluogo denominato Agenda Bolzano: sono previsti 6 anni per i primi interventi per un miglioramento iniziale ma significativo, 12 anni per una completa sistemazione della viabilità del capoluogo”. È il commento di Claudio Corrarati, presidente di CNA-SHV Alto Adige, al protocollo d’intesa tra Provincia, Comune di Bolzano e Autobrennero, presentato oggi (18 settembre 2018) per illustrare e definire i costi e i tempi di realizzazione delle medie e grandi infrastrutture che miglioreranno la viabilità del capoluogo.
Il piano, denominato Agenda Bolzano, prevede investimenti per oltre un miliardo di euro. Le prime opere, con orizzonte temporale 3 anni, saranno gli interventi su via Einstein e la fermata del treno a San Giacomo. Previsti 12 anni per lo spostamento del tracciato dell’Autobrennero, la riconversione in tangenziale del tracciato attuale, la realizzazione della terza corsia dinamica tra Bolzano Nord e Egna, l’adeguamento del ponte sull’Adige a Vadena. Sono stimati 6 anni, invece, per il sovrappasso autostradale al casello di Bolzano Sud, il raddoppio del sovrappasso autostradale di via Einstein, il risanamento dei sovrappassi di collegamento con la Mebo e via Einstein. Per altre opere minori, come il sottopasso presso la rotatoria di via Galvani, il sovrappasso di via Buozzi e il nuovo ponte sull’Isarco, si stimano tre anni di tempo. Si parla di 10 anni per il tunnel sotto Monte Tondo, di 6 anni per il nuovo collegamento via Siemens-via Grandi-Virgolo, la nuova viabilità su via Innsbruck tra la galleria del Virgolo e il bivio Merano-A22. E ancora: 7 anni per un trasporto pubblico in sede protetta da via Buozzi a via Roma, passando per via Pacinotti, via Galilei, via Avogadro e via Grandi, per l’interconnessione con il tram. Previsto in 8 anni il potenziamento dei collegamenti urbani ferroviari tra Casanova e Terlano, con un nodo di interscambio a Ponte Adige per tram, autobus e ciclabili, oltre a una galleria ferroviaria a tre binari del Virgolo per l’ingresso indipendente della linea Bolzano-Merano in stazione.
“Certo è – prosegue Corrarati – che in 12 anni cambieranno tante cose, a partire dalla possibilità che il diesel ritorni un combustibile green, l’elettrico si scopra come soluzione non definitiva e il traffico in ogni caso non cambi nella quantità di veicoli, indifferentemente dalla tipologia di alimentazione. Nell’Agenda Bolzano manca completamente un piano provvisorio, da attuare nel breve periodo. Il piano definitivo è bello, condivisibile, elettoralmente parlando perfetto, ma manca delle soluzioni ai problemi di giornata. A questi problemi sembra ci pensi solo la pazienza dei cittadini e delle aziende, con costi in termini di salute e di competitività economica, due fattori che non riescono più a reggere i problemi di giornata”.
La richiesta di Corrarati: “Si aggiorni subito l’Agenda Bolzano con alcune soluzioni che non devono essere viste come definitive, ma solo come complementari al raggiungimento degli obiettivi finali: digitalizzazione del sistema semaforico; aperture ai mezzi di lavoro, in condizioni straordinarie di traffico, di quei percorsi attualmente vietati;  bonus fiscale per i prossimi 5 anni a chi utilizza mezzi pubblici; estensione della zona Ztl in tratti di città complementari allo spostamento di merci e dei veicoli delle attività produttive”.
“In definitiva – conclude il presidente della CNA-SHV – se oggi, con Agenda Bolzano, la Provincia, il Comune e Autobrennero ci presentano il domani, che però si avvererà solo tra 12 anni, è lecito chiedersi quando si risolveranno i problemi giornalieri. Si inserisca nell’Agenda Bolzano quanto necessario per rispondere a queste esigenze immediate”.

In foto: Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV.  

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *