Cultura & Società Musica Spettacoli Ultime Notizie

Trento. Due secoli di donne…oltre le mura

27 Settembre 2018

author:

Trento. Due secoli di donne…oltre le mura

La stagione 2018 dell’Associazione di Promozione Sociale “Giardino delle Arti” prende spunto dalla tematica proposta dal Comune di Trento per la candidatura a capitale italiana della cultura “Oltre le mura”, che darà l’occasione per raccontare storie di donne nel corso di due secoli. Donne che con la loro forza, dedizione e testardaggine sono riuscite a superare le “mura” delle convenzioni sociali, dei confini geografici, delle classificazioni culturali, dei costumi locali. Il calendario degli eventi è stato illustrato oggi nell’ambito della piattaforma provinciale di comunicazione “Cultura Informa” dalla presidente Maria Letizia Grosselli. Sono intervenute all’incontro con i giornalisti la commediografa Luisa Parchéra e la pianista Stefania Neonato.

«Andare oltre le mura – ha spiegato Grosselli – diventa per molte donne un atto di coraggio, a volte di sradicamento, che favorisce però, a lungo andare, l’incontro, la contaminazione e la conoscenza e porta ad uno scambio di esperienze fluido e continuo e con esso ad una rinascita. Attraverso linguaggi artistici diversi saranno raccontate piccole e grandi storie. Storie di donne molto diverse tra loro che in periodi storici lontani si sono battute per la propria emancipazione e per la libertà non solo di se stesse ma anche del mondo in cui vivevano, donne che sono state d’esempio alla società o infine donne che, nel loro piccolo, hanno saputo o sanno ancora abbattere le mura.»
La stagione di eventi legati a questo tema si sviluppa sull’intero arco dell’anno e spazia da momenti di riflessione con conferenze e dibattiti, a veri e propri spettacoli musicali e teatrali.

EVENTI GIÀ REALIZZATI

15 aprile 2018 – Castello del Buonconsiglio: Le virtù femminili nel canto – I molti lati della donna nei canti popolari bulgari.

Per il primo evento in programma è stato alzato lo sguardo oltre le mura della città per raccontare, attraverso la musica popolare, storie di donne lontane ma oggi sempre più vicine a noi. Con la collaborazione del Castello del Buonconsiglio, è stato ospitato il Coro ImaNema, diretto da Sabina Angelova nella splendida cornice della Sala Grande. L’ensemble corale, formato da una quindicina di coriste e accompagnate al violino da Claudio Doni e alla chitarra e mandolino da Giampaolo Gobbo, ha eseguito canti tradizionali bulgari che raccontano semplici storie di vita femminile. La tipicità di questo gruppo vocale sta nel fatto che le coriste, tutte italiane, sono preparate e dirette da una maestra bulgara, stupendo esempio di contaminazione artistica e di volontà di conoscere ciò che le mura spesso nascondono.

2 giugno 2018, sala Sosat di Trento: “I Labirinti del sogno – La vita di Clara e Robert Schumann”

Si è trattato del debutto assoluto di questa nuova produzione dell’APS Giardino delle Arti dedicata al racconto della vita dei due grandi musicisti e coniugi Robert e Clara Schumann, tramite la lettura recitata del loro carteggio.
Clara Wieck, musicista straordinaria, è un esempio più unico che raro di donna del XIX secolo che ha saputo combattere per i propri ideali, andare contro la famiglia pur di sposare l’uomo che amava e contemporaneamente dedicarsi professionalmente all’attività di pianista e di compositrice. Solo grazie a lei le composizioni del marito Robert Schumann hanno potuto superare le mura dell’oblio e diventare i capolavori che oggi conosciamo.
Lo spettacolo ha visto protagonisti i due attori Jacopo Laurino e Elena Galvani, curatori anche dei testi recitati, il duo di fisarmoniche DissoAnce che ha realizzato le trascrizioni dei lieder di Schumann e il soprano Maria Letizia Grosselli che ha eseguito lieder tratti da Liederkreis e Frauenliebe und Leben di Robert Schumann.

EVENTI FUTURI

30 settembre, Teatro San Marco di Trento ore 21.00: Spettacolo teatrale Meglio sole che male accompagnate

Sarà dato spazio a una commedia brillante che vuole essere un inno alla comunicazione, alla forza delle donne di creare varchi nelle mura che soffocano la loro esistenza per andare oltre e realizzarsi nella vita.
Il testo scritto da Luisa Pachera racconta dei mali e dei malanni della donna di oggi, che sono anche quelli di ieri e che speriamo non siano quelli di domani. Tanti problemi seri affrontati col sorriso sulle labbra, perché ridere apre la mente e aiuta a pensare, anche a scavalcare mura che sembrano invalicabili.
Nella commedia, la cui regia è curata da Daniela Vivori, un gruppo di donne s’incontra in un parco. Alcune sono amiche, altre non si conoscono, tutte raccontano storie sulla loro famiglia, sul lavoro, sulla voglia di cambiare e sulla solitudine che le avvolge e le isola dal mondo. Gioie e amori, violenze e dolori da condividere in modo serio e rispettoso, ma con la giusta dose di ironia, perché ridere in compagnia fa bene alla salute, aiuta a trovare soluzioni e ad aprire porte verso il mondo. Lo spettacolo è in collaborazione con l’associazione Grenzland.

23 novembre, Teatro di Pergolese (Comune di Madruzzo) ore 20.30 Lezione/concerto Vite d’artiste – L’opera rende libere?

La dottoressa Federica Fanizza, funzionario comunale, responsabile degli archivi comunali di Riva del Garda, nonché appassionata di musica lirica e collaboratrice di riviste musicali, racconterà in questa lezione/concerto, coadiuvata per la parte musicale dal soprano Maria Letizia Grosselli e dalla pianista Oksana Tverdokhlebova, le vite avventurose, spesso controcorrente, delle grandi protagoniste dei palcoscenici lirici mondiali tra ‘800 e ‘900, quali Maria Malibran, Giuseppina Strepponi, Toti Dal Monte, Maria Callas. Donne libere, indipendenti, emancipate, artefici del loro destino artistico e non solo, donne che hanno raggiunto la propria libertà femminile grazie all’arte della musica e del canto. L’evento è realizzato in collaborazione con il Comune di Madruzzo.

1 dicembre, Sala Sosat Trento, ore 17 “Note di donne” recital per pianoforte

La pianista Stefania Neonato, trentina di nascita ma ormai cittadina del mondo, docente di pianoforte storico alla Musikhochschule di Stoccarda, nel recital intitolato “”Note di donne” presenterà tre interessanti compositrici: Clara Wieck (1819-1896), Fanny Mendelssohn (1805-1847) e Melanie Bonis (1858-1937), vissute fra l’800 e il ‘900, esempi straordinari di donne musiciste in un mondo prettamente maschile.
Seppur con destini diversi, queste tre artiste hanno dato voce ad una propria individualità musicale. Il programma comprenderà alcuni brani di Clara Wieck come il Souvenir de Vienne Op.9 e altri di Melanie Bonis, tratti dalla raccolta “Femmes de Legende”, ritratti musicali di protagoniste della storia, del mito e della leggenda.
Inoltre, in duo con il soprano trentino Maria Letizia Grosselli, saranno eseguiti alcuni Lieder di Fanny Mendelssohn. Evento in collaborazione con l’associazione Ars Modis di Trento.

29 dicembre, Trento, spettacolo musicale/teatrale “Io appartengo a me medesima – Il salotto di Clara Maffei”

Il racconto della vita straordinaria di una delle donne più influenti del XIX
secolo, la contessa Clara Maffei, che rompendo le tradizioni, che relegavano la donna all’interno delle mura domestiche, riuscì a dar voce nel proprio salotto ai personaggi più illustri della cultura e della politica europea.
Lo spettacolo “Io appartengo a me medesima – Il salotto di Clara Maffei” , su testo e regia di Rocco Sestito, è realizzato dall’Ensemble vocale femminile Giardino delle Arti in collaborazione con l’Associazione Salotto Maffei di Riva del Garda che curerà le danze e le coreografie e con l’associazione Grenzland che si occuperà delle luci e dell’audio.
Tutti gli eventi sono realizzati con il sostegno della Provincia di Trento, Comune di Trento e Bim dell’Adige.

ALTRI EVENTI IN PROGRAMMAZIONE NEL 2018

– Venerdì 12, 19, 26 ottobre, Teatro Concordia di Povo: Match di improvvisazione teatrale
– 23 novembre -09 dicembre: Sala Maier di Pergine Valsugana: Mostra personale di pittura di Annalisa Filippi

In foto: Clara Maffei.   

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *