Salute Sanità Ultime Notizie

Bolzano. Vaccini obbligatori, proroga obbligo in provincia

6 Settembre 2018

author:

Bolzano. Vaccini obbligatori, proroga obbligo in provincia

A partita iniziata, anzi a scuola iniziata, cambiano le carte in tavola.
Grande stupore dell’assessora alla sanità Martha Stocker nell’apprendere ieri pomeriggio che il governo di Roma ha deciso di cancellare dal decreto Milleproroghe l’emendamento che sopprimeva il divieto di iscrizione all’asilo nido e alla scuola per l’infanzia per i bambini non vaccinati. Più precisamente viene eliminato il divieto di iscrizione a quei bambini le cui famiglie non hanno presentato la documentazione che certifica l’avvenuta vaccinazione. La Provincia di Bolzano, con una delibera provinciale aveva deciso di prorogare l’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale al 31 gennaio 2019. L’approvazione del decreto Milleproroghe, che in materia di obbligo vaccinale prevedeva la proroga di un anno sembrava vicina, tuttavia non era ancora stata approvata, quindi la delibera provinciale è stata una precauzione. Al momento quindi vige l’obbligo delle 10 vaccinazioni. C’è invece totale incertezza riguardo la documentazione che i genitori devono fornire alla scuola. Mentre il decreto Lorenzin sancisce che alla scuola devono essere fornite le ricevute rilasciate dalla Asl, le circolari ministeriali di Salute e Istruzione parlavano di una semplice autocertificazione della avvenuta vaccinazione. Una confusione risolta con la delibera provinciale che sposta del termine il termine dell’obbligo di presentazione della documentazione relativa alle vaccinazioni a fine gennaio.
Prosegue intanto l’opposizione dei no vax. Una delegazione regionale guidata da Andrea Pöder (Bürger Union) e Domenico Orecchio di Trento si è recata a Roma a presentare al ministero alla Sanità 22 mila firme per la libertà vaccinale.

Foto, Martha Stocker, assessora alla Sanità

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *