Cronaca Nera Ultime Notizie

Bolzano. Non fu malore, Socin fu vittima di incidente

11 Settembre 2018

author:

Bolzano. Non fu malore, Socin fu vittima di incidente

È accertato dall’autopsia. Maurizio Socin è morto per una caduta accidentale. L’autopsia sul cadavere del bidello trovato esanime il 5 settembre pomeriggio nella palestra della scuola di via Roen a Bolzano ha stabilito che la morte fu causata da trauma cranico e cervicale per caduta accidentale. Inoltre la nota della Procura di Bolzano fa presente che ”l’autopsia ha consentito di riscontrare una frattura al polso sinistro per cui si può ritenere che il deceduto abbia cercato di proteggersi durante la caduta e che non fosse privo di coscienza prima di impattare al suolo”
L’incidente si era verificato nelle prime ore del pomeriggio di mercoledì 5 settembre mentre il bidello era solo in palestra. Il cadavere era stato trovato solo verso le h.18 da un uomo membro di una associazione sportiva cui la scuola consente l’uso della palestra.
Accanto al cadavere era stata trovata rovesciata sul fianco la sedia dell’arbitro di pallavolo, evidenza del fatto che l’uomo fosse caduto dalla sedia – alta due metri – da lui utilizzata per fissare alla parete delle funi per la palestra. Ma fino all’esito dell’esame autoptico non era stato possibile ricostruire se l’uomo fosse stato vittima di un malore, oppure se, da una posizione precaria si fosse sbilanciato e precipitato insieme alla rampa usata come scala. La frattura al polso ha rivelato che Socin era cosciente al momento della caduta, tanto da tentare di proteggersi con il gesto del braccio e la conseguente frattura al polso.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *