Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. La città vivente, una storia interattiva

22 Settembre 2018

author:

Bolzano. La città vivente, una storia interattiva

Il 25 settembre alle 18:00, al centro Trevi di Bolzano, la restituzione in mostra del primo dei progetti vincitori di WS Call 2018, il concorso promosso da Weigh Station per sostenere il lavoro dei creativi del territorio.

Weigh Station è il progetto nato nel 2014 per sostenere il settore delle imprese creative e culturali e dei freelancers (liberi professionisti) che operano in questi ambiti in Alto Adige, sostenuto dalla Provincia Autonoma di Bolzano – Politiche Giovanili attraverso il bando “LED” e dal Comune di Bolzano. Dopo aver creato la community wall, instaurando una riflessione collettiva sull’identificazione dei creativi e dei freelancer rispetto al tessuto sociale, aver dato i mezzi per iniziare a lavorare al meglio con corsi di alta formazione e workshop, ora per Weigh Station è il momento di scoprire davvero su cosa i creativi vogliono lavorare, sostenendoli nella produzione vera e propria. Lo ha fatto attraverso WS Call, un bando che mette a disposizione 12.000 euro (coperti per il 90% dell’intero importo dalla call) per i progetti e il mentoring per poterli realizzare. La risposta è stata più che ottima: 38 le idee progettuali pervenute e 100 i nuovi professionisti iscritti alla community.
Il 25 settembre 2018 sarà finalmente il momento di svelare i risultati del primo dei progetti selezionati dal bando: “BOLZANO: LA CITTÀ VIVENTE, UNA STORIA INTERATTIVA”. L’appuntamento è per le 18:00 al Centro Trevi di Bolzano (in via Cappuccini, 28) con l’inaugurazione della mostra, aperitivo e attività interattive anche per i piu piccoli (iscrizioni: hello@weighstation.eu).
Bolzano rappresenta una miscela di culture, popoli e lingue. Diversi stili di architettura, vecchio e moderno, stanno fianco a fianco in tutta la città in perfetto mix e armonia, completandosi a vicenda. Il progetto “Bolzano: la città vivente, una storia interattiva”, supportato da Weigh Station, mira a “celebrare” questo mix e rappresentare l’evoluzione di Bolzano come città sotto forma di un insieme di installazioni interattive. Durante l’inaugurazione una mappa di Bolzano in 3D mostrerà gli edifici della città e l’espansione storica della città durante gli ultimi secoli verrà proiettata al di sopra della mappa sotto forma di animazioni accompagnate da effetti sonori. Tutti avranno la possibilità di interagire con la mappa e vedere come la città sia cambiata nel tempo.
“L’idea originale – racconta la grafica Qurratulain – era quella di creare una mappa interattiva, ma man mano che il lavoro progrediva, l’idea è stata ampliata e altri elementi sono stati aggiunti. Ora, oltre a una carta stampata in 3d di Bolzano, troverete in mostra un libro interattivo, una scacchiera personalizzata, una serie di puzzle 3D e una timeline multimediale di edifici!”
Il lavoro sarà inaugurato il 25 settembre alle 18:00 presso il Centro Trevi. La mostra continuerà ad essere esposta nello stesso luogo fino al 2 ottobre. I dettagli del lavoro sono disponibili anche sul sito Web del progetto: www.tangiblerecollections.com/bz. I visitatori, adulti e bambini, potranno interagire con la mostra e vedere come la loro città è cambiata nel tempo, i dettagli degli edifici storici, quando e dove sono stati creati diversi punti di riferimento come forti, ferrovie ecc.: una vera e propria storia visiva ed animata di Bolzano.
Il team di waller che ha lavorato a questo progetto è guidato da Qurratulain Shaukat, grafica, artista transmediale e calligrafa. Quando Weigh Station ha lanciato il bando WS Call 2018 per progetti creativi, Qurratulain ha pensato che fosse l’occasione perfetta per realizzare finalmente le sue idee. Ha poi reclutato altri tre membri del team, ciascuno con la propria area di competenza. Questi erano Mehdi Rizvi, uno studente di dottorato in Interaction Design nella Libera Università di Bolzano; Veronica Zen, studentessa di Arte e Design nella Libera Università di Bolzano e Jason Trollip, appassionato di stampa 3D. Un mese dopo, il team aveva vinto la Station 1 del bando e iniziato a lavorare al progetto. Come la città, anche questa squadra è multiculturale / multilingue. Per tutti i membri del team, vivere a Bolzano è stata una grande esperienza e con questo progetto, sperano di restituire qualcosa alla città.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *