Editoriali Ultime Notizie Università

UNIBZ? Al top!

10 Agosto 2018

author:

UNIBZ? Al top!

Ranking THE: Bolzano scala la classifica delle 20 migliori piccole università al mondo.

Nel ranking di Times Higher Education delle 20 tra le migliori piccole università al mondo, la Libera Università di Bolzano passa dalla decima alla nona posizione. “Un risultato eccellente”, dichiara il rettore Paolo Lugli, “migliorare un piazzamento già ottimo come quello del 2017 era difficile ma ci siamo riusciti e dobbiamo esserne orgogliosi”. Bolzano ha l’Università da poco più di vent’anni ma risulta già a buon punto in queste speciali classifiche, veri e propri rating di qualità.
Un’università provinciale o internazionale? Entrambe. Le due dimensioni, alla Libera Università di Bolzano, coesistono e viaggiano in parallelo, portando beneficio a studenti, ricercatori e professori. A confermarlo il risultato dello Small University Ranking di Times Higher Education (THE) per il 2018, pubblicato nei giorni scorsi, che vede l’ateneo altoatesino avanzare nella classifica delle migliori piccole università al mondo e posizionarsi al nono posto. Nelle prime dieci quindi.  Un successo anche a livello nazionale: le uniche università italiane nei primi venti posti sono infatti Unibz e la Scuola Sant’Anna di Pisa (al terzo posto).  “Studiare in una piccola università è vantaggioso per numerose ragioni”, spiega il rettore Paolo Lugli, “la qualità dell’insegnamento, della ricerca e della vita nelle città a misura d’uomo stanno attraendo sempre più studenti. Lo dimostrano i numeri in crescita di Unibz che, quest’anno, ha superato la soglia dei 4.000 studenti”. Non male per una realtà come quella bolzanina. Al primo posto del ranking, come nel 2017, si trova CalTech (USA) e l’École Polytechnique che sale dalla quarta posizione dello scorso anno alla seconda. Per accedere al ranking di THE, è necessario che l’ateneo abbia un numero di studenti inferiore a 5.000, che vi siano presenti almeno quattro ambiti di ricerca e insegnamento e che sia stata rappresentata nell’ultima edizione del Times Higher Education’s World University Rankings.  “Il piazzamento odierno ci rende estremamente soddisfatti e ritengo che sia un riconoscimento, oltre che per l’università, anche per tutto il territorio che ci sostiene”, afferma la presidente di unibz, prof.ssa Ulrike Tappeiner, “il trilinguismo e la forte spinta verso l’internazionalizzazione si sono rivelati fattori premianti e sono la strada da seguire anche per il futuro”. Bolzano è sempre più città universitaria, in zona Museion infatti si concentrano spesso eventi e proposte rivolte a chi frequenta il vicino ateneo, fatto non secondario. La “movida universitaria” alla “bolognese” è sempre stata un mito per generazioni di bolzanini e con i dovuti paragoni, oggi, quell’ atmosfera si vive in parte tra le vie del centro. Ricordiamo che l’UNIBZ ha tre campus:

  • Bolzano, dove hanno sede le Facoltà di Economia, Informatica, Scienze e Tecnologie, e Design e Arti;
  • Bressanone, che ospita la Facoltà di Scienze della Formazione;
  • Brunico, che ospita il solo corso di laurea in Turismo e Management degli Eventi (Economia).

L’ateneo bolzanino vanta anche ottime percentuali d’occupazione per i propri laureati, fatto non secondario. Sono lontani i ricordi di una Bolzano un po’ grigia, guardata dall’alto da Trento, città universitaria, oggi il capoluogo altoatesino può vantare il medesimo scenario.

Giornalista pubblicista, originario di Bolzano si occupa di economia, esteri, politica locale e nazionale
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *