Politica

Trentino. Festa della Lega da record a Pinzolo, Salvini parla due ore attorniato da 3.000 persone

26 Agosto 2018

author:

Trentino. Festa della Lega da record a Pinzolo, Salvini parla due ore attorniato da 3.000 persone

.”Adoro il Trentino e la sua gente; il 21 ottobre aspettiamo che anche il Trentino si liberi dalla sinistra e dal malaffare“.Così Salvini ieri ad un comizio a Pinzolo – in alta val Rendena – per il lancio di Fugatti alla corsa elettorale per le provinciali.Quasi in tremila hanno affollato il tendone dove  Matteo Salvini al suo arrivo accolto fra due ali del pubblico ha svelato subito che i migranti della nave Diciotti «sbarcheranno nelle prossime ore, ho ritenuto di farli sbarcare perché saranno accolti dall’Albania, Irlanda e dal Vaticano». La comunicazione arriva pochi minuti dopo la diffusione della notizia che lo stesso Salvini è indagato per sequestro di persona, abuso d’ufficio e arresto illegale. «Ma io no ho paura e andrò avanti – tuona in mezzo agli applausi – a Genova dopo 43 morti nessuno è ancora indagato, invece io che difendo i confini dell’Italia vengo indagato, è una vergogna»Prima del leader del carroccio, Maurizio Fugatti ha inneggiato al cambiamento promettendo la difesa dell’autonomia ad ogni costo e in nome del cambiamento «prima i trentini e poi gli altri
Il candidato presidente della provincia di Trento ha ringraziato Claudio Cia, Giacomo Bezzi e Walter Kaswalder per l’aiuto profuso nell’ultimo periodo,«senza di loro forse non saremmo qui ora» e ha subito messo il dito nella piaga diffondendo i numeri macro economici della provincia di Bolzano.
«La disoccupazione giovanile in provincia di Trento è al 20% mentre a Bolzano al 10%. E in Veneto è poco peggio di noi. Il Pil di Bolzano è cresciuto a velocità doppia. Dobbiamo cambiare il negativo, visto che le due provincie hanno le stesse risorse che il Trentino evidentemente spende malissimo».Dopo di lui ha iniziato il suo discorso, durato quasi 2 ore, Matteo Salvini. Dopo il caso dei migranti della «Diciotti il Ministro dell’Interno si è scagliato contro l’Europa, «è una schifezza, chiederò il mandato per tagliare i finanziamenti italiani a Bruxelles». Affonda sul pm di Agrigento, «Bloccare il fenomeno dell’ immigrazione clandestina significa bloccare il traffico di armi e droga».
Infine, l’autonomia del Trentino, «daremo più poteri ai sindaci e faremo decidere ai montanari cosa va bene e cosa no per il proprio patrimonio ambientale». Due ore passate fra gli applausi del popolo leghista, e donne commosse fino alle lacrime, ma anche fra i molti candidati del centrodestra presenti sotto un tendone pieno al limite della capienza.

In foto, Matteo Salvini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *