Cronaca Nera Ultime Notizie

Nel Veronese donna segregata per due settimane da un imprenditore bolzanino

30 Agosto 2018

author:

Nel Veronese donna segregata per due settimane da un imprenditore bolzanino

È stato arrestato dai Carabinieri di Villafranca di Verona e dalla Polizia Stradale un imprenditore agricolo bolzanino di 53 anni, ma residente in provincia di Verona, con l’accusa di sequestro di persona e tortura. Avrebbe tenuto segregata una donna polacca di 44 anni  per due settimane rinchiusa in un cassone per contenere le mele nelle campagne ai confini con l’autostrada Milano-Venezia, nelle vicinanze di Sommacampagna. Sono stati i Carabinieri a trarre in salvo la donna che era venuta da Varsavia per lavorare nei campi dell’imprenditore. Tra i due – secondo quanto riferiscono i quotidiani locali- ci sarebbe stata una relazione. In seguito ad un litigio, lo scorso 14 agosto l’uomo l’avrebbe rinchiusa, legata mani e piedi, in un cassone della frutta, dove la donna è rimasta segregata e lasciata sotto il sole per due settimane. Ogni tanto, ma non tutti i giorni, le portava una mela e le allungava una bottiglia d’acqua. Per questo non è morta. I gemiti della donna sono stati sentiti dai giardinieri che stavano lavorando lungo l’autostrada Brescia-Padova. Insieme all’intervento delle forze dell’ordine l’hanno liberata e fatta ricoverare all’ospedale di Villafranca dove è giunta in stato di choc. L’uomo è stato arrestato e rinchiuso nel carcere veronese di Montorio.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *