Cronaca Nera

Bolzano. Arrestato a Brunico il nipote di Nicoleta, reo confesso

12 Agosto 2018

author:

Bolzano. Arrestato a Brunico il nipote di Nicoleta, reo confesso

Svolta nell’omicidio della donna rumena dopo le indagini dei Carabinieri.
Nicoleta Caciula, la donna rumena uccisa la notte del 17 luglio nella sua abitazione di Brunico, aveva un fratello con tre figli in Alto Adige, ed è stato uno di questi, il 22enne Daniel Lorys Caciula ad ucciderla. Il cadavere di Nicoleta era stato trovato ai piedi del letto con attorno al collo una cavo elettrico con il quale era stata strangolata. Nell’appartamento era poi scoppiato un piccolo incendio. Nei giorni successivi alla morte si erano incentrati i sospetti sul giovane nipote in seguito alle indagini condotte dai Carabinieri e dirette dalla Procura di Bolzano. Poi la svolta, con la confessione l’altra notte, alle 1,17 quando Caciula ha ammesso le proprie responsabilità e di conseguenza la disposizione da parte del pm del “ fermo di indiziato di delitto a carico dell’indagato Caciula Lorys Daniel per il reato di omicidio.” L’udienza di convalida dell’arresto si terrà domani in carcere a Bolzano. Nei prossimi giorni si apprenderanno particolari sugli aspetti del delitto, dal movente innanzi tutto. Massimo il riserbo mantenuto dalla Procura sulle ipotesi del movente. Le modalità del delitto farebbero propendere per l’ipotesi di un atto di impeto non premeditato. Il Caciula lavorava solo saltuariamente e non è improbabile che si fosse rivolto alla zia per avere del denaro in prestito. Forse un diverbio, degenerato fino al gesto inconsulto del giovane, potrebbe essere stato lo scenario degli ultimi attimi di vita di Nicoleta Caciula.

Foto,  Carcere di Bolzano, visto dal Talvera

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *