Sport Ultime Notizie

Strade chiuse in occasione del Giro delle Dolomiti

16 Luglio 2018

author:

Strade chiuse in occasione del Giro delle Dolomiti

La 42/a edizione del Giro delle Dolomiti inizia domenica, 22 luglio. Gli 800 circa cicloamatori provenienti da 25 nazioni diverse si godranno una “full immersion” dell’Alto Adige: aria montanara aromatica, paesaggi mozzafiato, cibo squisito e ovviamente la spesso citata ospitalità degli altoatesini. Per garantire ai concorrenti inoltre la massima sicurezza, le strade sulle quali si svolgeranno i tratti cronometrati del Giro delle Dolomiti saranno chiuse per il traffico. Ci potranno essere dei disagi al traffico quando il gruppo si dirige verso la partenza del tratto cronometrato e al rientro verso Bolzano. Disagi e chiusure, per le quali il presidente del comitato organizzatore Simon Kofler chiede cortesemente comprensione, alla vigilia della rinomata cicloturistica.

Ovviamente la chiusura di una strada o un intralcio è sgradevole per chiunque si trova a bordo di una macchina. Questo lo sanno anche gli organizzatori del Giro delle Dolomiti. “La sicurezza è un aspetto fondamentale della nostra cicloturistica. Sui tratti cronometrati è indispensabile non chiudere la strada. Cercheremo comunque di tenere le strade chiuse il meno possibile. Ringraziamo in anticipo tutti gli utenti del traffico per la loro comprensione e le autorità per l’ottima collaborazione”, spiega Simon Kofler, presidente del Giro delle Dolomiti.
La cicloturistica altoatesina inizia domenica, 22 luglio con la prima tappa sul passo Giovo (163 chilometri/1859 metri dislivello). Il gruppo parte alle 8 dalla Fiera di Bolzano percorrendo la statale verso Merano (arrivo previsto ore 9.07, tutti gli orari successivamente riportati sono indicativi), per poi continuare la strada che porta in Val Passiria, prima a San Martino (9.48), poi a San Leonardo (10.00). Qui inizia la crono-scalata (19 km/1398 metri di dislivello) e per questo motivo la strada del passo Giovo rimane chiusa dalle ore 9.30 fino presumibilmente alle ore 13. Nel primo pomeriggio poi il ritorno per Bolzano (previsto alle ore 16.32), passando a Vipiteno (12.50), Bressanone (15.18) e Ponte Gardena (15.47).
La seconda tappa, in programma lunedì, 23 luglio, porta il nome Obereggen. È lunga 78 chilometri (2296 metri di dislivello), il tratto cronometrato è abbastanza corto (8 km/724 D+) ma – con una pendenza media del 9 % – molto impegnativo. Porta i cicloamatori da Novale fino al Passo Pampeago. Questo tratto rimane chiuso al traffico dalle ore 9 fino presumibilmente alle ore 11.30. La partenza alla Fiera di Bolzano è prevista alle 8 con passaggio alla rotonda Val d’Ega (8.16) e Ponte Nova (9.16). Il ritorno verso l’ora di pranzo per il Passo Lavazè (11.58) e la rotonda Val d’Ega (13.09) con rientro alla Fiera di Bolzano alle 13.21.
Il giorno successivo (martedì, 24 luglio) si percorre la Sellaronda, sicuramente la tappa più difficile per quanto riguarda lunghezza e dislivello (155 km/3275 D+). Il tratto cronometrato da Corvara sul Passo Gardena è lungo 9 km con quasi 600 metri di dislivello e una pendenza media del 6,5 %. Questo tratto rimane chiuso al traffico dalle ore 12.30 fino presumibilmente alle 15.30. I cicloamatori partono alle ore 8 alla Fiera di Bolzano. Passano a Ponte Gardena (ca. 8.30), Ortisei (9.44), Selva in Val Gardena (10.03), bivio Passo Sella (10.58), passo Sella (11.28), passo Pordoi (12.07), Arabba (13.09) e passo Campolongo (13.24). Poi, appunto, il tratto cronometrato sul passo Gardena. Il rientro avviene passando a Selva (14.40), Ortisei (16.18) e Ponte Gardena (16.39) con rientro alla Fiera verso le 17.24.
Dopo un giorno di riposo il Giro delle Dolomiti continua con la 4/a tappa nella giornata di giovedì, 26 luglio. Porta i cicloamatori sullo Stelvio. La tappa è lunga 67 chilometri con 1851 metri di dislivello e parte direttamente da Prato allo Stelvio. Dopo pochi chilometri inizia il tratto cronometrato. Per questo motivo la strada dello Stelvio è chiusa al traffico dalle ore 9 fino presumibilmente alle ore 13. Il ritorno avviene passando per la Svizzera con rientro a Prato verso le ore 13.15.
In occasione della quinta tappa, in programma venerdì, 27 luglio, i cicloamatori saliranno sull’Alpe di Siusi (81 km/1615 metri di dislivello). Il tratto cronometrato che inizia al bivio Alpe di Siusi e che si conclude una volta arrivati sull’altopiano, è lungo 11 km (748 D+). La pendenza media è dell’8%. La strada che conduce all’Alpe di Siusi rimane chiusa al traffico dalle ore 9 fino presumibilmente alle ore 11.30. La partenza per la tappa è sempre prevista alle ore 8 dalla Fiera di Bolzano, passando successivamente per Prato Isarco (8.28), Campodazzo (8.43), San Antonio (9.13) e Siusi (9.38). Poco dopo inizia, appunto, la parte cronometrata. Rientro con passaggio a Prato Isarco (12.02) e l’arrivo in Fiera (12.23).
Il Giro delle Dolomiti 2018 si conclude sabato, 28 luglio con la team crono sulle strade di Nalles e Andriano. La partenza per la tappa è prevista da Piazza Walther nel pieno centro storico di Bolzano (ore 8.30), poi passaggio al Golf Club Appiano (8.56), la rotonda Top Service (9.15), Nalles (9.22) e Andriano (9.30). Il circuito ad anello tra il Golf Club Eppan, la rotonda del Top Service di Nalles, Nalles e Andriano rimane chiuso al traffico dalle ore 9.30 fino presumibilmente alle 12.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *