Cultura & Società Ultime Notizie

Soprabolzano, Parkhotel Holzner: 110 anni e non sentirli

21 Luglio 2018

author:

Soprabolzano, Parkhotel Holzner: 110 anni e non sentirli

L’hotel in stile Art Nouveau celebra un importante anniversario e i lavori di ristrutturazione. 

Nel lontano 1908 fu inaugurato sul Renon l’albergo “Hotel Oberbozen”. 110 anni dopo – con molti alti e bassi, lavori di ampliamento e ristrutturazione – il Parkhotel Holzner si presenta più splendente che mai. Con una grande festa si ha brindato a un importante anniversario e al più grande intervento di costruzione commissionato dagli Holzner.

Il Parkhotel Holzner a Soprabolzano compie quest’anno 110 anni. Inaugurato nel 1908 sotto la direzione di Hans Holzner di Merano, oggi, l’hotel si è trasformato in una struttura che da un lato affascina con la sua straordinaria architettura di inizio secolo, e d’altra parte offre a grandi e piccini un soggiorno rilassante, di alto livello e comunque informale. La famiglia Holzner e il suo staff hanno brindato con ospiti e amici all’anniversario e al successo dei lavori di ristrutturazione. In occasione della festa è stata inaugurata la nuova struttura annessa, con un viaggio culinario ricco di prelibatezze del Renon, musica, un programma per bambini e visite guidate alla casa, per dare uno sguardo dietro le quinte di questo hotel per famiglie. Gli Holzner hanno dimostrato di essere abituati a festeggiare, tanto più che questo hotel alpino in stile Art Nouveau può essere prenotato anche come location per feste di ogni tipo, cene aziendali e seminari. “Gestire un hotel storico è emozionante. Ma anche trovare il giusto equilibrio tra tradizione e modernità rappresenta una sfida. Dato che la storia dell’hotel è anche quella della nostra/della mia famiglia, è ovvio che voglia trasmettere questa eredità con gratitudine e maestria. Amo questo hotel e continuerò a fare questo lavoro con spirito imprenditoriale e responsabilità, sempre con lo sguardo rivolto alle generazioni future”, afferma Wolfgang Holzner, che gestisce il Parkhotel insieme alla moglie. Il Parkhotel comprende il complesso alberghiero, un bistrot accessibile al pubblico e un ristorante serale, ma anche un ampio parco con vista sulle montagne circostanti.

Fascino immutato nonostante ristrutturazione

Quest’inverno è stato realizzato il più grande intervento di ristrutturazione nella storia dell’hotel. In collaborazione con i due architetti brissinesi dello studio Bergmeisterwolf sono state costruite 11 nuove suite Eden, la Liberty Spa con hammam e sauna panoramica e un prato solarium a bordo piscina. Inoltre, è stato realizzato un grande parcheggio sotterraneo, perché a causa della mancanza di spazi nel centro di Soprabolzano le auto sono relegate in garage interrati. Anche per i piccoli ospiti dell’hotel ci sono ora nuovi spazi gioco e un parco più grande per vivere tante avventure. Con la ristrutturazione è stata inoltre ampliata la proposta del centro benessere. In tal modo anche la popolazione locale potrà prenotare una giornata di relax a Soprabolzano.

11 decenni

In 110 anni di storia un hotel ne vede certamente tante. Durante la prima guerra mondiale, ad esempio, l’Holzner fu confiscato dalle truppe austriache e italiane e l’attività alberghiera riprese solo nel 1920. Quando fu nuovamente confiscato, tra il 1939 e il 1945, servì da rifugio soprattutto per le famiglie e i rifugiati. A partire dal 1948 iniziò un periodo di attività continuativo contrassegnato da numerosi lavori di ristrutturazione e manutenzione. Nel 1974 Hans Holzner e sua moglie Marianne rilevarono l’attività, che si concluse con un accurato restauro dell’intero albergo e degli arredi storici originali. Nel 1990 si decise poi di rendere l’hotel una struttura adatta alle famiglie e nel 2007 venne costruita la piscina coperta e quella all’aperto con sauna e centro benessere. Nel 2008 il figlio di Hans, Wolfgang, e sua moglie Monika rilevarono il Parkhotel. Tra il 2014 e oggi Wolfgang ha commissionato grandi lavori di ristrutturazione e la ricostruzione della torre Holzner in cui è anche alloggiato il museo sulla storia dell’hotel. Quest’anno sono stati infine ultimati i lavori di costruzione dell’ala Bergmeister con parcheggio sotterraneo, delle suite Eden e della nuova area termale.

Riconoscimenti

Il Parkhotel Holzner ha ottenuto numerosi riconoscimenti negli ultimi anni: il premio Albergo storico in provincia di Bolzano per l’anno 2008, il Condé Nast Johansens Award for Excellence 2013 nella categoria “Most Excellent Family Friendly Hotel”, il premio per la cultura del vino dell’Alto Adige 2013, il premio “Stanze Italiane” del Touring Club Italiano nel 2014, l’European Hotel Design Awards 2014 shortlist, nella categoria “ristrutturazioni” e altro ancora. All’hotel Holzner è stato anche assegnato l’Ambiente Award 2016 della guida gastronomica Gault Millau, e quest’anno 1 cappello e 14 punti per il bistrot e 2 cappelli e 16 punti per il Ristorante 1908. Il Parkhotel è inoltre membro dell’associazione Familienhotels Südtirolhotel (hotel per famiglie dell’Alto Adige), della Vereinigung Schlosshotels & Herrenhäuser Europas (associazione degli hotel storici e delle residenze d’Europa) e degli Hitstoric Hotels of Europe (alberghi storici d’Europa).

Ogni camera è unica

All’Holzner quasi ogni camera è diversa dall’altra. Ma vi sono differenze anche all’interno delle 20 categorie di camere. La maggior parte delle camere è arredata con mobili originali del 1908, accuratamente restaurati. La sostenibilità è sempre stata e sempre sarà al centro dei lavori di progettazione e costruzione per lasciare l’hotel in eredità alle generazioni future con l’utilizzo dei materiali già in uso 110 anni fa. Dal 2008 l’intero albergo e le relative strutture, così come gli appartamenti privati della famiglia Holzner, sono alimentati con energia pulita generata con cippato di legno dell’Alto Adige.

Ristorante 1908

Anche il Ristorante 1908 è stato integrato nel parco dell’hotel e negli ultimi quattro anni vengono qui servite ogni sera gustose specialità culinarie. Il ristorante è piccolo ma raffinato. Ha ottenuto 2 cappelli e 16 punti nella guida Gault Millau 2018 e, secondo Feinschmecker 2017, è uno dei primi 5 ristoranti dell’Alto Adige, grazie alla bravura del giovane chef del Renon Stephan Zippl. L’atmosfera del Ristorante 1908 è intima e gioviale, senza la necessità di portare la cravatta. Stephan Zippl conosce bene i boschi, i prati, i campi e i masi intorno all’hotel Holzner e può così selezionare i prodotti migliori per la sua cucina. Nel 2016 ha assunto la gestione della cucina Holzner e da allora ha portato una ventata di freschezza e, soprattutto, una gastronomia di alto livello. L’Holzner propone inoltre sempre un ricco programma culturale con piano bar serale, degustazioni di vini, concerti jazz e balli.

In foto: il Parkhotel Holzner con a destra l’areale nuovo con 11 suite Eden, la Liberty Spa con hammam e sauna ed il parcheggio sotterraneo/©Hannes Niederkofler.  

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *