Cronaca Ultime Notizie

Bolzano Pubblica sicurezza, ieri tre espulsioni e un arresto per resistenza e danneggiamento

6 Luglio 2018

author:

Bolzano Pubblica sicurezza, ieri tre espulsioni e un arresto per resistenza e danneggiamento

Negli ultimi due mesi 119 le espulsioni operate dalla Questura

Nella giornata di ieri, durante un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Questore di Bolzano e finalizzato al contrasto dei reati predatori, numerose sono state le persone sottoposte ad identificazione. Tre di queste, irregolari in Italia e pericolose per la sicurezza pubblica, sono state espulse, mentre una quarta, sempre in stato di clandestinità, è stata arrestata per resistenza e danneggiamento aggravato.

L’attività, protrattasi dalla prima mattina al tardo pomeriggio, ha coinvolto molti operatori della Polizia di Stato e si è concentrata nelle zone cittadine dove sono stati commessi gran parte dei reati di furto e spaccio di stupefacenti.

Alcuni soggetti di origine straniera sono stati accompagnati in Questura per verificare la loro posizione sul Territorio Nazionale. Per due cittadini marocchini ed uno del Niger è stata disposta, su ordine del Questore di Bolzano, l’espulsione immediata con traduzione al Centro Per il Rimpatrio di Bari. A carico del quarto extracomunitario, anch’egli marocchino, è scattato l’arresto.

Quest’ultimo, con innumerevoli precedenti per furto, ricettazione, armi, rissa e droga, portato in Questura, ha improvvisamente aggredito gli operatori con calci e pugni ed ha infranto una vetrata con una gomitata. Pertanto è stato subito posto in stato di arresto e condotto presso il Carcere di via Dante.

Gli altri cittadini stranieri, accompagnati in Ufficio e successivamente espulsi, tutti gravati da numerosi precedenti per rissa, rapina, furto e resistenza a Pubblico Ufficiale, sono stati protagonisti, nei mesi passati, di diversi episodi delinquenziali in città.

In particolare, il cittadino del Niger, nel gennaio scorso, si era reso responsabile di una rapina, in via Perathoner, ai danni di una turista intenta a scattare foto con il suo tablet. L’uomo, avvicinatosi alla giovane, le aveva strappato con forza l’oggetto dalle mani e, dopo averla strattonata, si era allontanato verso la stazione dei bus. In quell’occasione, una Volante in transito, vedendo la scena, lo aveva prontamente fermato e arrestato.

Uno dei cittadini marocchini, a maggio, aveva tentato una rapina ai danni di una persona in attesa alla fermata del bus di viale Stazione. La vittima era stata avvicinata dallo straniero, che, armato di taglierino, l’ aveva minacciata per ottenere denaro. Ma non si era persa d’animo ed era riuscita ad attirare l’attenzione di alcuni Carabinieri in servizio poco distanti, i quali avevano bloccato il reo in attesa dell’arrivo della Volante. Anche in questo caso, il soggetto straniero era stato arrestato.

L’altro marocchino era invece stato protagonista, nello scorso febbraio, di un episodio singolare. Aveva tentato di acquistare una pizza usando una banconota da cinquanta Euro falsa. Ma il pizzaiolo si era accorto immediatamente che qualcosa non andava e chiese  immediatamente l’intervento delle Forze dell’Ordine. Lo straniero, scappato a gambe levate, era stato poco dopo rintracciato dalla Polizia e denunciato.

Con l’operazione di ieri, si possono contare, negli ultimi due mesi, sedici espulsioni con traduzione nei Centri per il rimpatrio di Torino e Bari e tre espulsioni amministrative con accompagnamento diretto alla Frontiera

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *