Economia Politica

Bolzano. Presentata al pubblico dagli assessori Schuler e Stocker la nuova legge sull’agricoltura

21 Luglio 2018

author:

Bolzano. Presentata al pubblico dagli assessori Schuler e Stocker la nuova legge sull’agricoltura

La nuova  legge sull’agricoltura sociale definisce il quadro giuridico che regola le attività del tipo sociale presso le aziende agricole. I servizi sociali al maso ampliano l’offerta esistente e rappresentano un forte valore aggiunto per la società altoatesina. I temi legati alla nuova legge sull’agricoltura sociale, così come le sue opportunità e prospettive, sono stati trattati ieri a Bolzano durante la conferenza stampa organizzata dall’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi alla presenza degli assessori Arnol Schuler e Martha Stocker
L’assessore provinciale all’agricoltura Arnold Schuler ha spiegato che il mantenimento delle aziende agricole contribuisce a mantenere un’alta qualità di vita nelle aree rurali, sia delle persone che ci vivono che delle persone che usufruiscono dei servizi sociali al maso. Anche l’assessora alle politiche sociali Martha Stocker parla di una novità importante: “L’agricoltura sociale è una grande opportunità e un modo per mettere le persone nel centro dell’attenzione”, ha affermato infatti Martha Stocker.
Con questa prima pietra miliare verrà aperta una nuova area socio-imprenditoriale“, ha invece fatto presente la consigliera provinciale Kuenzer Hochgruber. La legge consente infatti l’istituzione di offerte sociali in collaborazione tra cooperative sociali e aziende agricole con gruppi di persone che si avvalgono di terapie assistite con gli animali, di offerte di orientamento nel caso dell’abbandono scolastico. Sono inoltre previste offerte di integrazione lavorativa, e assistenza alle persone con disabilità.
Luca Critelli, direttore di ripartizione delle politiche sociali., anch’egli partecipante al gruppo di lavoro, ha osservato che negli ultimi anni le offerte nel campo sociale sono diventate più diversificate e che le esigenze delle persone oggi possono essere affrontate in modo più individuale. “Non è più la persona – ha detto Critelli – che deve adattarsi al servizio ma è il servizio che deve tener conto delle esigenze di una persona. Le offerte di agricoltura sociale costituiscono un importante passo in questa direzione.
Altri membri del gruppo di lavoro sono stati Anna Tezzele (impiegata nel dipartimento dell’agricoltura), Hans J. Kienzl e Walter Rier (Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi), Juliane Gasser Pellegrini (direttrice della scuola professionale agricola, forestale e di economia domestica), Christian Hoffmann (ricercatore presso l‘Eurac), Susanne Elsen (docente alla Libera Università di Bolzano), Verena Niederkofler (Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi).
Anche la Federazione per il sociale e la sanità si è espressa a favore dei servizi sociali che completano l’offerta.

Foto, in prima fila l’assessora Martha Stocker e l’assessore Arnold Schuler

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *