Politica Ultime Notizie

Bolzano. Moavero, “Gli altoatesini non hanno bisogno del doppio passaporto per sentirsi importanti”

24 Luglio 2018

author:

Bolzano. Moavero, “Gli altoatesini non hanno bisogno del doppio passaporto per sentirsi importanti”

Anche per Fraccaro “Atto inopportuno e ostile”
Per il ministro degli Esteri Enzo Moavero, la decisione di Vienna di elaborare per i primi di settembre un disegno di legge sul doppio passaporto per i sudtirolesi si configura come chiaro, “un bisticcio giuridico e di parole del quale avremo un quadro più chiaro nelle prossime ore”. Il governo italiano comunque ha già preso contatti con l’ambasciata austriaca per sapere cosa abbiano in mentre al Parlamento d’Oltreconfine. Da quanto ha affermato all’agenzia Apa il portavoce del governo di Vienna Peter Launsky-Tiefenthal, le condizioni legislative per la concessione della cittadinanza ai sudtirolesi saranno poste non prima del 2019 – 20120e, secondo punto, “che qualsiasi soluzione sarà elaborata in dialogo con Roma e d’intesa con Bolzano”.
Non pare però che a Vienna ci sia unanimità. Stando a quanto dichiara al Quotidiano di lingua tedesca l’ex cancelliere socialdemocratico Christian Kern, operazione “è una strada sbagliata perché nel processo di unificazione europea la prospettiva comune tra Alto Adige e Austria è già stata individuata” aggiungendo che “gli altoatesini non hanno bisogno del doppio passaporto per corrispondere alla loro autostima.
Destano inquietudine le notizie sulla intenzione del governo austriaco di procedere sulla strada del doppio passaporto– dice il ministro dei Rapporti con il Parlamento, il trentino Riccardo Fraccaro – che se confermate saremmo di fronte a un atto inopportuno e ostile da respingere con fermezza”
La deputata forzista Michael Biancofiore concorda con Fraccaro e annuncia una mozione di Forza Italia sulla appartenenza italiana dell’alto Adige e gli aspetti  della quietanza liberatoria del 1992. Alessandro Urzi, consigliere provinciale di “Alto Adige nel Cuore” teme che da parte austriaca, “incassata l’Autonomia sancita nel 1992, applicare anche la doppia cittadinanza significherebbe ritenere solo una tappa e non l’arrivo di un percorso
Critiche anche da Vanda Carbone, di Art. 1 Mdp.” In tutto questo la SVP che ruolo intende giocare? Vuole lasciarsi tirare nel solito gorgo revanscista o non vuole invece respingere queste sirene in nome della propria storia democratica. Noi pensiamo, dichiara Carbone, che si debbano respingere le provocazioni di oltre Brennero ed  anziché inseguire i fantasmi del passato ci si debba occupare del presente.

Foto. Ex cancelliere austriaco Christian Kern

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *