Politica Ultime Notizie

Bolzano. Freiheitlichen, Pius Leitner, “Non mi ricandido”

26 Luglio 2018

author:

Bolzano. Freiheitlichen, Pius Leitner, “Non mi ricandido”

Il ricorso in Cassazione pende come una spada di Damocle sulla legittimità di una sua eventuale rielezione.

L’ex leader dei Freiheitlichen non si ricandiderà alle elezioni di ottobre. Una scelta – ha detto, “per tutelare il Partito, e consentire alla nuova squadra di ricominciare con tutte le sue energie”. Pius Leitner che alcuni giorni fa aveva invece annunciato la propria candidatura alle prossime elezioni provinciali, dovrà fare i conti con la legge Severino che stabilisce che i politici condannati per reati come corruzione, concussione, abuso d’ufficio e peculato, non possono candidarsi e, se già eletti, perdono l’incarico. Se la condanna non è definitiva, quindi anche in primo grado, la legge prevede la sospensione fino ad un massimo di 18 mesi. Per il momento l’unica sentenza valida a carico di Leitner è quella di primo grado che lo condannò a 2 anni per peculato.
La Procura aveva contestato una serie di spese considerate non giustificate in quanto non strettamente legate all’attività istituzionale, tra cui un regalo di carattere erotico (Sex toys) ad un membro del gruppo.
In appello “però” la condanna venne spazzata via e Leitner fu assolto. La difesa dimostrò che a fronte di spese contestate per € 40.000 vi erano stati versamenti privati per circa € 160.000. Di tutt’altro parere il sostituto Procuratore Generale Donatella Marchesini che ha riaperto il caso con il ricorso in Cassazione.
Non è noto quali dei motivi del ricorso della Procura siano stati accolti. Il più pesante sotto il profilo giuridico riguarda la natura stessa del reato di peculato contestato a Leitner, il quale mai – secondo la Procura – avrebbe potuto utilizzare il denaro pubblico affidato al Gruppo consiliare per fini non istituzionali, anche se poi restituiti a titolo privato.
È evidente che il ricorso della Procura avendo disposto un nuovo processo d’appello per l’utilizzo dei soldi pubblici, pone una preoccupante incognita alla legittimità dell’eventuale elezione dell’ex leader dei Freiheitlichen.

In foto, Pius Leitner

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *