Scuola Ultime Notizie

Bolzano. Scuole materne, mense di alta qualità, richiesta pressante dei genitori per anticipare l’orario

8 Giugno 2018

Bolzano. Scuole materne, mense di alta qualità, richiesta pressante dei genitori per anticipare l’orario

Quaranta scuole materne con 117 sezioni ospitano 2.530 bambini.

Le scuole materne gestite dal Comune di Bolzano sono 40 e ospitano 2.530 bambini. Le cucine sono 14 e i pasti erogati giornalmente sono 2.697. Questi i dati emersi ieri nell’incontro dell’assessora comunale Monica Franch al Raggio di Sole nel rione Don Bosco dove ha tracciato un bilancio di fine anno insieme ai dirigenti e i funzionari responsabili del Servizio Scuole dell’Infanzia Carlo Alberto Librera, Hugo Di Blasi e Monica Tratter.
È emerso che l’esigenza più sentita dalle famiglie riguarda l’orario di apertura degli asili che si vorrebbe anticipato. Sono sempre più numerose infatti le scuole materne che vengono incontro alle esigenze delle famiglie aprendo alle 7,30 invece che alle 8.
“Riguardo al servizio mensa – ha spiegato Maurizio Santi nel corso conferenza stampa – è sempre più difficile conciliare le diverse esigenze per tenere conto di allergie, intolleranze, scelte vegetariane e motivazioni religiose”. Dieci sono i menù preparati; nelle cucine lavorano 42 persone, 58 inservienti, 2 sono gli addetti al magazzino. La retta mensile di frequenza è di 72 euro (102 euro per il tempo prolungato). La gestione delle scuole materne costa al Comune oltre 8 milioni l’anno, di cui 1,8 coperti dalle rette.
Le scuole materne chiudono il 15 giugno e riapriranno a settembre. Ci sarà una importante novità. Le classi saranno meno numerose perché la Provincia ha ridotto il numero massimo da 25 a 22 bambini. “Questo ci ha costretto – ha spiegato Monica Franch – a trovare nuovi spazi e ad aumentare il personale. Tutte le domande sono state soddisfatte senza spostare i bambini da un quartiere all’altro, cosa che avrebbe creato disagi ai genitori”.

Foto, Assessora comunale Monica Franch

Giornalista, scrittrice, editore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *