Politica Ultime Notizie

Nuove telecamere per la videosorveglianza urbana a Bolzano

2 Maggio 2018

author:

Nuove telecamere per la videosorveglianza urbana a Bolzano

Il sindaco di Bolzano, Renzo Caramaschi, come di consueto ha ricevuto i giornalisti per riferire quanto è stato deciso dall’esecutivo cittadino. Come riferito dal primo cittadino di Bolzano stamane si è riunita la Giunta comunale di Bolzano. In apertura dei lavori l’esecutivo ha osservato un minuto di raccoglimento per le vittime bolzanine della tragedia in montagna di Zermatt. Il Sindaco ha ricordato in particolare Marcello Alberti già componente del collegio dei revisori dei conti del Comune di Bolzano dal 2005 al 2012 e dallo scorso anno tornato a svolgere tale incarico. “Era una bella persona” ha ricordato Caramaschi in apertura della conferenza stampa post Giunta. “Di lui apprezzavo il carattere forte e determinato, l’ironia, l’intelligenza e le grandi competenze professionali. Sono davvero molto dispiaciuto per quanto successo”.
Nel corso della conferenza stampa il Sindaco e l’Assessore alle Politiche Sociali, Sandro Repetto hanno riferito che l’esecutivo si è occupato della possibile proroga oltre la scadenza prevista di fine maggio del servizio Emergenza Freddo di via Macello il cui costo mensile supera gli 80.000 Euro. Servizio attivato dal Comune per garantire un riparo notturno alle persone senza fissa dimora che sono solite trascorrere le notti dormendo all’aperto. “In una giornata tipo -ha sottolineato il Sindaco- il servizio Emergenza Freddo ha accolto un totale di 111 persone. Di queste solo 29 senza fissa dimora o senza tetto, di cui 5 di nazionalità italiana. Le altre richiedenti asilo (65) o migranti a cui è già stato riconosciuto lo status di profugo (17)”. Altro dato interessante riguarda la permanenza media nel centro di via Macello: 19 persone fisse in quanto hanno frequentato il centro dalla sua apertura (metà novembre 2017) a oggi, 22 persone lo hanno frequentato per oltre 4 mesi, 20 persone per più di 3 mesi, 11 per più di due mesi, 17 per oltre un mese.
“Abbiamo chiesto un incontro con Provincia e Commissariato del Governo per verificare e definire competenze e oneri per l’assistenza” ha detto Caramaschi. “Un conto infatti sono i clochard e i senza tetto, altro sono coloro che hanno fatto domanda di protezione internazionale per il riconoscimento dello status di profugo. Si tratta di persone momentaneamente senza fissa dimora e che in quanto tali ricadono come competenza sui costi della Città”. Sandro Repetto ha chiarito che: “Si tratta di una fattispecie particolare di senza fissa dimora che deve essere riconosciuta come tale e per la quale il Comune chiederà una compartecipazione alle spese di assistenza a Stato e Provincia. Si tratta anche di valutare se mantenere in funzione il centro anche nei prossimi mesi estivi in funzione della nuova struttura destinata all’accoglienza dei senza fissa dimora che sarà pronta ed aperta a Bolzano Sud dalla metà del prossimo mese di novembre”. Da sottolineare che presso il Centro di Emergenza Casa Conte Forni di via Renon saranno garantiti in via permanente e riservata, 8 posti letto esclusivamente per donne senza fissa dimora.
Stamane la Giunta ha approvato la spesa complessiva di 187.700 Euro per la fornitura e l’installazione di 9 nuove telecamere per l’ampliamento del sistema di videosorveglianza urbana. Le telecamere, che andranno ad aggiungersi a quelle già in funzione per la sicurezza urbana e il monitoraggio del traffico ed il controllo automatico degli accessi alla zona a traffico limitato (ZTL) saranno installate nei prossimi mesi in alcuni siti sensibili e zone nevralgiche del territorio, ovvero: parco della Stazione, ponte Talvera lato ovest, piazza Vittoria, parco Petrarca-piazza IV Novembre, piazza Gries, piazza Casagrande, piazza Don Bosco, piazza Bersaglio e parco Mignone.
La Giunta ha altresì deciso di avviare l’iter per la predisposizione del documento preliminare di progettazione necessario per bandire la gara di progettazione per una nuova piscina coperta con vasca da 25 metri e vasca piccoli con relativi servizi tecnici ed impiantistici nonché locali accessori che sarà realizzata nel centro sportivo di Maso della Pieve Sud in un’area attigua alla struttura esistente, sempre di proprietà comunale, garantendo pertanto la continuità degli allenamenti ed attività natatorie nella struttura esistente fino al completamento di quella nuova. La previsione di spesa è stimata in circa 12 milioni di Euro.
Inoltre, è stato approvato in linea tecnica il progetto esecutivo per la realizzazione di una quarta corsia in via Galilei nel tratto compreso tra ponte Palermo ed il centro commerciale Twenty per un importo di 303.330 Euro. “Questo intervento – ha detto Caramaschi – non fa parte del progetto organico per la riduzione del traffico con interventi strutturali in via Einstein, ponte Roma, A22, ponte sull’Isarco, galleria Monte Tondo”. Il primo cittadino ha anche aggiunto di aver avuto garanzia che entro fine maggio la Provincia affiderà l’incarico per la progettazione esecutiva del rafforzamento dell’asse viaria di via Einstein (sovrappasso, sottopasso, ponte sull’Isarco) per una spesa complessiva di massima dell’opera di 55 milioni di Euro.

In foto: Repetto e Caramaschi.    

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *