Teatro Ultime Notizie

Merano. “Delfini” e la seconda vita, in “Piccola rassegna di teatro”

17 Maggio 2018

author:

Merano. “Delfini” e la seconda vita, in “Piccola rassegna di teatro”

I Delfini, metafora per raccontare il “campo della coscienza”.
Delfini è un testo lieve, un teatro a quattro dimensioni, per utilizzare le parole del Maestro Jurij Alschitz, e racconta i passaggi del “morire” riportati da chi ha vissuto un’esperienza di premorte (NDE) ed è “tornato indietro”.
Lo spettacolo, di e con Monica Trettel e Michele Fiocchi sarà rappresentato a Merano al Centro per la cultura, via Cavour 1 – MERANO alle ore 20.
Il materiale dal quale gli autori hanno attinto le coordinate dello spettacolo va dalle ricerche di Elisabeth Kübler Ross, studiosa di fama mondiale delle cause e dei fenomeni collegati alla morte, al filosofo austriaco Rudolf Steiner e dal “Libro Tibetano dei Morti”.
L’intento è quello di rendere visibile – per dirla con le parole del poeta Robert Musil – “la seconda vita segreta delle cose”, riconoscibile solo con gli occhi della Coscienza».
I Delfini sono una metafora per raccontare il “campo della coscienza” che le ultime scoperte, indicano come strumento per comunicare e interagire con il mondo della materia. Questo fenomeno sembra indicare la presenza di un campo di energia soggiacente ai livelli di realtà che sperimentiamo normalmente. In accordo con le antiche tradizioni di saggezza di molte culture, questo campo permette una istantanea trasmissione di informazioni e suggerisce che la nostra mente ha una ricchezza di cui non siamo consapevoli. È quindi accettabile l’idea che gli esseri umani siano dotati di molte più capacità di quelle che conosciamo e che sfruttiamo e che alcuni fenomeni, come ad esempio il morire, non siano altro che salti dimensionali.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *