Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Festa dell’Europa 2018. Il Centro Europeo Consumatori „scende in piazza“

9 Maggio 2018

author:

Bolzano. Festa dell’Europa 2018. Il Centro Europeo Consumatori „scende in piazza“

Si parla spesso di Brexit ed euroscetticismo; troppo spesso invece si sottovaluta ciò che l’Unione Europea fa concretamente per i propri cittadini. Per questo motivo in occasione della giornata dell’Europa che si festeggia oggi, 9 maggio, il Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia – ufficio di Bolzano è sceso in piazza per spiegare ai rappresentanti dei media ed ai cittadini cosa concretamente l’UE ha fatto e continua a fare nel settore della tutela del consumatore.

Dal 1993 i cittadini europei godono di sempre maggiori diritti che facilitano la vita quotidiana di ognuno: un diritto di recesso uniforme per gli acquisti online, tutele per i viaggiatori, l’abolizione dei costi del roaming, solo per citarne alcuni. “Diamo oramai per scontati tali diritti, ma la maggior parte delle persone non si rende conto che si tratta di diritti introdotti dall’UE e previsti in tutti i Paesi dell’Unione”, ha spiegato Monika Nardo, coordinatrice del CEC di Bolzano, durante l’incontro con la stampa che si è svolto questa mattina in piazza della Mostra a Bolzano.
Il settore del commercio elettronico è in continua espansione e al CEC quotidianamente si rivolgono consumatori che lamentano di non ricevere il prodotto ordinato, sono incappati in siti truffa o ancora non riescono nemmeno ad accedere ad un servizio online per ragioni di c.d. geoblocking. “Spesso ci dobbiamo confrontare con aziende che non sono informate correttamente in merito ai diritti dei loro clienti”, ha raccontato Isolde Brunner, consulente del CEC. “Di recente ad esempio ho dovuto contattare un venditore online italiano che non voleva accettare il recesso di un consumatore svedese, affermando che per gli articoli in saldo il diritto di recesso è escluso, ma ciò non corrisponde affatto a quanto previsto dalle norme in materia di acquisti online!”
“Chi viaggia nell’UE in aereo, treno, nave o autobus, gode di diritti che non esistono in nessun’altra parte del mondo”, ha spiegato Barbara Klotzner. Il primo luglio saranno ancora più tutelati i consumatori europei che acquistano un pacchetto turistico in quanto entrerà in vigore una nuova normativa che tiene conto delle evoluzioni del mercato turistico, ad esempio con l’avvento delle compagnie aeree low cost.
Alla conferenza stampa del CEC è intervenuto anche Walther Andreaus, direttore del Centro Tutela
Consumatori Utenti dell’Alto Adige (CTCU) che organizza il CEC a Bolzano e che da decenni si occupa di tutela del consumatore in Italia. “È vero che molto è stato fatto, ma il recente scandalo Dieselgate ad esempio ha dimostrato che la pratica commerciale di una singola azienda è in grado di colpire migliaia di consumatori, che hanno difficoltà a difendersi in maniera adeguata”, ha affermato Andreaus. “Le associazioni a tutela dei consumatori giocano in questi casi un ruolo fondamentale. Accogliamo con favore la recente iniziativa della Commissione europea volta ad introdurre una sorta di class action europea, ma affinché questa funzioni correttamente, per le associazioni a tutela dei consumatori devono essere previsti fondi sufficienti: senza fondi, le associazioni non si possono permettere di iniziare una azione di classe”.
Il Centro Europeo Consumatori ricorda infine che grazie al finanziamento della Commissione europea, del Ministero dello Sviluppo Economico e della Provincia Autonoma di Bolzano, tutti i servizi del CEC sono gratuiti per i consumatori. Sul sito internet del CEC www.euroconsumatori.org sono disponibili numerose informazioni e consigli pratici.

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *