Economia

Bolzano. ADR, arbitro per risolvere bonariamente controversie di consumo per acquisti online

14 Maggio 2018

author:

Bolzano. ADR, arbitro per risolvere bonariamente controversie di consumo per acquisti online

Chi ha un problema con un prodotto acquistato online o off-line, in Italia come in un altro Paese Europeo, e il venditore non intende risolverlo, prima di rivolgersi ad un giudice, può tentare di risolvere la lite insorta ricorrendo ad un organismo di risoluzione alternativa delle controversiePer informare come ricorrere a soluzioni alternative delle controversie di consumo nel quadro di Direttiva ADR e Regolamento ODR L’Università degli Studi di Trento ed il Centro Europeo Consumatori organizzano in collaborazione con la Camera Arbitrale di Milano e Confassociazioni, un incontro a Trento il 18 maggio 2018 dalle ore 14.30 alle ore 17.30 presso la sala conferenze del palazzo di Giurisprudenza in via Verdi 53,
Ricorrere a metodi alternativi di risoluzione delle controversie, estremamente vantaggiosi per i costi limitati ed i tempi notevolmente più brevi rispetto alla giustizia ordinaria, significa rivolgersi ad un soggetto terzo, neutrale e qualificato (in inglese Alternative Dispute Resolution entity- ADR), che agisce come intermediario tra consumatore e venditore. Tale soggetto, che può essere un mediatore, un conciliatore, un arbitro, un ombudsman, può suggerire o imporre una soluzione alle parti o semplicemente aiutarle a trovare un accordo (gli organismi ADR che operano esclusivamente online sono denominati ODR – Online Dispute Resolution entity). Attraverso la c.d. direttiva ADR ed il Regolamento ODR l’Unione Europea intende, garantire ai consumatori la disponibilità di una procedura di ADR per tutte le controversie contrattuali in ogni settore di mercato (ad esempio viaggi, servizi bancari, pulitura a secco) e in tutti gli Stati membri

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *