Cultura & Società Ultime Notizie

È primavera, tornano le visite guidate alla scoperta della mela

19 Aprile 2018

author:

È primavera, tornano le visite guidate alla scoperta della mela

La primavera sembra proprio essere arrivata, la fioritura del melo è già uno spettacolo per gli occhi e con essa tornano anche le passeggiate didattiche nei meleti altoatesini. Come si coltivano le mele dell’Alto Adige? Per avere un buon raccolto cosa deve fare un contadino nel corso dell’anno? Cosa significa la sigla IGP? Qual è il percorso che dall’albero porta le mele sulla nostra tavola? Qual è lo stato di salute delle piante e dei frutti e come si fa a mantenerlo buono? Anche quest’anno, per rispondere a queste e tante altre domande, sono state organizzate le visite guidate nei meleti dell’Alto Adige, che andranno avanti fino a metà novembre.

Le visite guidate in tutte le zone di coltivazione della mela sono ripartite lo scorso 15 marzo e proseguiranno fino al 15 novembre. Oltre all’osservazione dei frutteti, le passeggiate didattiche prevedono anche visite ai magazzini delle cooperative frutticole e gustose degustazioni a base di mele. Le visite sono guidate da coltivatori ed esperti del settore frutticolo che hanno seguito un apposito corso per diventare “ambasciatore della mela”. Il loro compito è di accompagnare i partecipanti nei frutteti e nelle cooperative, fornire informazioni e rispondere alle domande sul mondo della mela.
L’iniziativa permette ai partecipanti di apprendere tantissime cose su questo frutto così importante per l’economia altoatesina. Gli argomenti più trattati durante le passeggiate riguardano solitamente le zone di coltivazione dell’Alto Adige, le differenze tra coltivazione biologica e integrata, le diverse varietà di mela, la conservazione della frutta, la lavorazione e il confezionamento delle mele ma anche le preziose sostanze nutritive contenute nella frutta. Gli esperti parlano poi dei diversi marchi esistenti in provincia e dell’indicazione geografica protetta della Mela Alto Adige IGP, e forniscono informazioni sulle misure di tutela delle piante che ogni coltivatore deve adottare e che richiedono, oltre ad un grande impegno, anche tante conoscenze e lo studio della natura.
Nel 2018 la collaborazione tra Consorzio Mela Alto Adige, ambasciatori della mela e IDM ha permesso di allestire un programma con 411 visite guidate, aperte sia alla popolazione locale sia ai forestieri, che si svolgeranno in tantissime località della provincia. Per partecipare è necessario iscriversi presso le cooperative frutticole o le associazioni turistiche dei comuni che ospitano le visite.
Come emerso in occasione di un recente incontro, gli ambasciatori della mela si augurano un interesse ancora maggiore da parte della popolazione altoatesina: è importante, dicono, che i concittadini siano informati sul mondo della melicoltura e si rendano conto di come lavorano i contadini e le cooperative dell’Alto Adige.
Per saperne di più sugli ambasciatori della mela altoatesini:

https://www.suedtirolerapfel.com/de/pauli-marie/apfelbotschafter.html  

In foto: alcuni ambasciatori della mela in occasione del loro primo incontro stagionale

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *