Politica Ultime Notizie

Bolzano. Via libera al gemellaggio con Erlangen nel segno di Mayr Nusser

3 Aprile 2018

author:

Bolzano. Via libera al gemellaggio con Erlangen nel segno di Mayr Nusser

Il sindaco di Bolzano, Renzo Caramaschi nella sua consueta conferenza stampa ha illustrato le principali decisioni illustrate decise dall’esecutivo cittadino. Come riferito dal Sindaco, la Giunta comunale ha deciso di procedere con l’iter burocratico per formalizzare il gemellaggio con la cittadina tedesca di Erlangen in Baviera (108.000 abitanti), accomunata al capoluogo altoatesino da una figura storica di grande importanza per la società contemporanea quale Josef Mayr Nusser. Nato a Bolzano nel 1910, Mayr Nusser morì ad Erlangen nel 1945 per non aver voluto giurare fedeltà a Hitler. Caramaschi è stato autorizzato a procedere con l’iter previsto in questi casi e quindi a inviare la documentazione di gemellaggio alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero degli Affari Esteri e al Presidente delle Provincia di Bolzano. Il Sindaco ha spiegato che Bolzano ed Erlangen intendono gemellarsi per valorizzare la testimonianza di Mayr Nusser contro l’idolatria del potere. “Il suo esempio- ha detto il primo cittadino- oggi ha un valore civile e politico enorme da promuovere in Europa”.
Inoltre, come riferito da Caramaschi sono stati definiti dalla Giunta gli ambiti d’interesse del nuovo Centro Interculturale che sarà realizzato all’interno del “Progetto Areale” negli spazi delle ex officine FS. Questa la definizione del nuovo spazio culturale: “Centro linguaggi contemporanei, musica di tutti i generi, teatro, esposizione d’arte, manifestazioni commerciali di tipo culturale, multimediali, contaminazioni di genere, feste, convegni, congressi e ogni tipo di cultura“.
Stamane la Giunta è tornata ad occuparsi del possibile cambio di denominazione di una parte di via Macello tra la sede dei vigili del fuoco fino alla prima rotonda intitolando quel tratto di strada al giovane comandante del corpo dei vigili del fuoco volontari di Campodazzo Alexander Mayr, tragicamente perito sotto una frana domenica 31 agosto del 2014 sulla statale del Brennero. Analogamente di poter procedere anche all’intitolazione del tratto di strada compreso tra via Mayr Nusser e via Macello alla memoria dell’artigiano Aldo Bovolon. Essendo numerose le aziende che hanno sede in queste strade (274) oltre a 174 numeri civici e 230 residenti, il Sindaco Caramaschi ha chiarito di voler verificare la disponibilità al cambiamento degli interessati e quindi poter quindi successivamente valutare l’opportunità o meno di procedere con il cambio di denominazione. Va ricordato che all’indomani della tragica frana in cui perse la vita il comandante dei vigili del fuoco di Campodazzo, Comune e Provinicia di Bolzano hanno approvato l’intitolazione di una parte di via Macello, precisamente quella in cui ha sede il Corpo dei Vigili del Fuoco volontari di Bolzano, alla memoria di Alexander  Mayr.
Gli assessori del Comune di Bolzano hanno dato il loro assenso all’affidamento in concessione alla società Strutture Trasporto Alto Adige Spa, della parte dell’immobile di piazza Verdi 5 (ex distributore) da destinare ad attività e servizi legati alla mobilità sostenibile e in particolare al servizio noleggio biciclette provinciale. Inoltre via libera alla destinazione della somma di 450.000 Euro, credito che il Comune vanta nei confronti di STA, per l’esecuzione dei lavori di adeguamento dei locali che dovranno essere eseguiti direttamente dalla concessionaria. Il finanziamento dei restanti interventi di restauro necessari al completamento della ristrutturazione del compendio saranno a carico del Comune mentre l’occupazione provvisoria degli spazi utilizzati dagli attuali concessionari, potrà proseguire sino a quando non inizieranno i lavori di ristrutturazione. Questo per mantenere l’immobile presidiato.

In foto: un ritratto di Josef Mayr Nusser eseguito da Claudio Calabrese 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *