Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige. Il nuovo Regolamento in materia di privacy comporta una serie di novità

2 Marzo 2018

author:

Alto Adige. Il nuovo Regolamento in materia di privacy comporta una serie di novità

Nel maggio 2017 il Parlamento Europeo ha approvato la riforma del diritto europeo in materia di privacy e protezione dei dati. Oltre a sanzioni più severe, questo nuovo Regolamento UE sulla protezione dei dati (GDPR) prevede anche una serie di novità che troveranno applicazione definitiva a partire dalla loro entrata in vigore il 25 maggio 2018. La nuova normativa è stata al centro della parte pubblica dell’annuale Assemblea generale dei prestatori di servizi IT e internet nell’Unione tenutasi di recente nella sede associativa di Bolzano.
“Nell’occasione i partecipanti hanno ricevuto istruzioni operative e giuridiche e diversi suggerimenti degli esperti per prepararsi al meglio a questo appuntamento”, spiega il presidente dei prestatori di servizi IT e internet nell’Unione Reinhold Erlacher.
In prima linea si sono affrontati argomenti come la protezione dei dati sulle pagine web, sul corretto trattamento dei dati personali, del ruolo dei responsabili e del soggetto che realizza l’incarico e della sicurezza nel corso dell’elaborazione dei dati. I relatori sono stati Martin Galler, esperto di sicurezza dei dati presso l’azienda IT Run, e la consulente legale dell’Unione Stephanie Maffei.
Durante la parte interna dell’Assemblea generale, inoltre, si sono tenute le elezioni per il rinnovo del Direttivo, che resterà in carica per i prossimi cinque anni e sarà composto da Alexander Demanega, Alexander Fill, Reinhold Sieder, Reinhold Erlacher Markus Rabanser. Nella prima seduta costitutiva del Direttivo saranno quindi eletti il presidente e il vicepresidente della categoria.
Nel suo bilancio il presidente uscente Erlacher ha ricordato che le molte attività realizzate con successo negli ultimi cinque anni, dagli eventi alle attività di networking, dal lavoro di PR alle visite aziendali, si sono rivelate molto costruttive e utili per contribuire all’ampliamento e allo scambio di idee, problemi e soluzioni condivise. “Nonostante molto sia già stato fatto, il nuovo Direttivo si troverà di fronte a ulteriori sfide, come, per esempio, la collaborazione con la scuola professionale Tschuggmall di Bressanone, alla definizione della figura professionale del tecnico IT, la collaborazione orientata con IDM e il NOI Techpark e il sempre più intenso scambio con le altre categorie nell’Unione relativamente ai temi comuni”, afferma Erlacher.
L’offerta della categoria prestatori di servizi IT e internet nell’Unione è particolarmente varia: soluzioni informatiche, hard e software, programmazione e amministrazione di pagine internet nonché e-commerce e marketing multichannel sono solo alcuni dei servizi offerti. E visto che i settori informatico e pubblicitario continuano a integrarsi sempre di più, la categoria crea efficaci sinergie tra le aziende informatiche e quelle della pubblicità, innalzando di conseguenza la visibilità di entrambi i settori.

In foto: il presidente dei prestatori di servizi IT e internet nell’Unione Reinhold Erlacher.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *