Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige. “Finché il Signore vuole” – viaggio cinematografico in un tempo quasi dimenticato

15 Marzo 2018

author:

Alto Adige. “Finché il Signore vuole” – viaggio cinematografico in un tempo quasi dimenticato

Sono le storie di vita che inducono a riflettere e che fanno ridere e piangere il pubblico. Il 23 marzo andrà in onda presso il Filmclub di Bolzano il documentario “Finché il Signore vuole “. Emozioni e pelle d’oca garantiti.
Si tratta di un film su una generazione le cui testimonianze rappresentano un pezzo prezioso della storia culturale altoatesina. Ci sono ancora persone che parlano di un tempo ormai quasi passato, di duro lavoro e di una vita quotidiana modesta. Hubert Schönegger, produttore e Hans Rieder, autore del libro, guidano il pubblico fin nella vita degli attori protagonisti provenienti da diverse parti della regione e rendono viva la tradizione e le esperienze vissute. I tre ritratti mostrano i dialetti, le abitudini e il quotidiano lavoro rurale.

È un’immersione in un’epoca quasi passata

L’età e la mole di lavoro hanno avuto una forte ricaduta sulle spalle di Frieda Gamper, la contadina dello Schaller di Fié allo Sciliar. Ma nonostante la sua fragilità fisica, l‘anziana contadina padroneggia il suo lavoro quotidiano nella fattoria con ottimismo e un‘incredibile tenacia.
Anton Prenn vive insieme al fratello a Obostöck, a Selva dei Molini – frazione Selva di Fuori. I due fratelli condividono i lavori domestici, si aiutano e hanno bisogno l’uno dell’altro, perché manca una donna alla fattoria. Anton vive con una grave menomazione: è cieco da diversi anni.
I discendenti di Kamerschin vedono l’eredità dei loro padri come la loro casa, ma anche come una missione e un obbligo. Gli abitanti dipendono ancora oggi, con la forza della gente di montagna, dai masi del Kamerschin sopra Vallalarga.
Il film va inteso come un riconoscimento nei confronti di una generazione che con il duro lavoro delle mani ha dato tanto di prezioso al nostro paese. Il film documentario intende stimolare il pubblico ad ascoltare, a far propri e a tramandare questi tesori di esperienze in modo tale che vivano e non si perdano per sempre.
Dopo l’anteprima del 23 marzo alle ore 20.00 presso il Filmclub di Bolzano, il film sarà proiettato il 30 marzo alle 20.30 presso l’Odeon Cinecenter di Brunico e il 6 aprile al CineX di Lienz nel Tirolo orientale. I biglietti possono essere prenotati nei cinema o sono disponibili al box office.
Inizialmente il film sarà trasmesso solo in tedesco. È prevista anche una versione italiana.

Foto/c-Geosfilm sas di Hubert Schönegger

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *