Politica Ultime Notizie

A Bolzano si riunisce il Tavolo Tecnico per ridurre l’inquinamento da biossido di azoto

9 Marzo 2018

author:

A Bolzano si riunisce il Tavolo Tecnico per ridurre l’inquinamento da biossido di azoto

Il Sindaco di Bolzano con la sua Assessora all’Ambiente Marialaura Lorenzini, ha partecipato stamane ai lavori del “tavolo tecnico per la qualità dell’aria” riunitosi presso l’Agenzia provinciale per l’Ambiente promosso dall’Assessore provinciale competente Richard Theiner. In primo piano le problematiche legate ai valori elevati di biossido di azoto (NO2) riconducibili essenzialmente ai mezzi a trazione diesel. I rilevamenti effettuati dagli esperti del Laboratorio di Chimica hanno evidenziato infatti valori che superano i limiti fissati.
Al fine di ridurre l’inquinamento sono state adottate diverse misure in accordo tra Provincia e Comuni orientate in particolare ad un miglioramento del parco mezzi per il trasporto pubblico, il controllo delle emissioni di biossido di azoto dagli impianti di riscaldamento, l’ampliamento delle reti ciclabili e limitazioni al traffico per determinate categorie di mezzi in particolare a Bolzano. Oltre a questi interventi, in edilizia l’introduzione di standard abitativi con certificazione energetica di alto profilo e l’impiego del calore prodotto dai processi di combustione del termovalorizzatore di Bolzano tramite la rete di teleriscaldamento cittadina.
“Nonostante gli sforzi profusi l’obiettivo prefissato è stato raggiunto solo parzialmente” ha commentato l’assessore Theiner. Da anni lungo l’asse autostradale del Brennero viene superato il valore limite annuale per il biossido di azoto NO2. Lo stesso avviene anche in alcune strade urbane del capoluogo e nei centri maggiori della provincia.
“Nel corso della riunione di stamane -ha detto il Sindaco Caramaschi- abbiamo approfondito la questione e discusso di possibili concrete misure da intraprendere per ridurre l’inquinamento da NO2.  I provvedimenti potranno essere di varia natura: dalla loro efficacia e grado di accettazione dipenderà se renderli in parte coercitivi. Riguarderanno il rafforzamento del trasporto pubblico, attività di sensibilizzazione, car sharing, car pooling, rafforzamento della rete ciclabile e ciclopolitana, divieto graduale dei diesel, parcheggi periferici, logistica merci, road pricing, nuova viabilità in zona produttiva in via Einstein e a ponte Roma, tram, raddoppio ferrovia Merano, fermate urbane ferrovia in direzione sud, spostamento A22 in galleria”.
“La Provincia -ha detto ancora il Sindaco Caramaschi- ci ha fornito una mappatura dell’inquinamento in città con l’evidenza delle zone critiche. Con apposito software sarà possibile stimare il contributo in termini di riduzione del traffico e di NO2 dei diversi provvedimenti, generando appositi scenari sulla nostra città per verificare la plausibilià del rientro nei limiti”.
All’incontro odierno faranno seguito ora approfondimenti e valutazioni. A fine aprile sarà presentato un pacchetto di misure armonizzate e concordate che potranno essere approvate dai Comuni e dalla Provincia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *