Politica Ultime Notizie

Zeller, piena condivisione posizione Governo su Consiglio UE

12 Dicembre 2017

author:

Zeller, piena condivisione posizione Governo su Consiglio UE

Piena condivisione del Gruppo per le Autonomie-Psi-Maie della posizione del governo italiano sui temi all’ordine del giorno del prossimo Consiglio europeo, in particolare per linea su Brexit e immigrazione. Soddisfazione per i risultati ottenuti dal governo in ordine alla finanza pubblica che oggi consentono all’Italia di assumere un ruolo rafforzato nell’attribuire priorità alle politiche di crescita in sede europea. Questi i punti sui quali è intervenuto in aula al Senato il senatore Karl Zeller dopo le comunicazioni rese dal Presidente del Consiglio Gentiloni.

“Il difficile accordo sui punti preliminari del negoziato sulla Brexit è il punto centrale del prossimo Consiglio europeo. La conferma delle linee del pre-accordo su frontiere irlandesi, costi del divorzio dalla Ue e protezione dei diritti dei cittadini europei è –ha affermato Zeller-il primo passo e impone all’Unione europea decisioni coerenti nella prossima fase del negoziato”.

“Apprezziamo, in continuità con il sostegno espresso al governo, la rivendicazione dei risultati ottenuti dall’Italia in ordine al controllo dei flussi migratori ed all’efficacia del trattato bilaterale con la Libia. La diminuzione degli sbarchi e degli ingressi di immigrati clandestini –ha sostenuto Zeller- è un esito importante dovuto alla linea di equilibrio che il Presidente Gentiloni e il Ministro degli Interni Minniti hanno imposto e difeso in Italia e in Europa. E’ la linea di responsabilità che abbiamo sostenuto contro un’Europa delle chiusure immotivate e delle preclusioni pregiudiziali. Politiche di responsabilità che giustamente il governo italiano sostiene anche in materia di difesa comune europea”.

“Condividiamo le riflessioni del Presidente Gentiloni in merito alle proposte della commissione Ue  sulla riforma dell’unione monetaria e bancaria. Il confronto dovrà svilupparsi avendo come obiettivo istituzioni che determino una più avanzata convergenza europea. I risultati ottenuti dall’Italia nella stabilizzazione dei conti pubblici sono tanto più positivi quanto più erano difficili le condizioni iniziali di risanamento. Restiamo convinti –ha concluso Zeller- che l’esigenza di un cambio di passo spetti in primo luogo ai paesi dell’eurozona. Condividiamo le parole del Presidente Gentiloni quando afferma che la questione del fiscal compact non debba essere inserita nei Trattati europei ma debba essere oggetto di un negoziato per una direttiva europea. Non è il tempo di forzature inutili”.

In foto: il Senatore Karl Zeller

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *