Sport Ultime Notizie

Il 42° Giro delle Dolomiti ricco di clou

14 Dicembre 2017

author:

Il 42° Giro delle Dolomiti ricco di clou

La circumnavigazione del massiccio del Sella, l’arrampicata sul maestoso passo dello Stelvio, l’emozionante gara a cronometro a squadre lungo la Strada del Vino a conclusione di un’affascinante settimana all’insegna del ciclismo: gli organizzatori del Giro delle Dolomiti hanno numerosi progetti per la quarantaduesima edizione. Giovedì, l’evento ciclistico che inizierà tra esattamente 220 giorni e che si svolgerà dal 22 al 28 luglio 2018 è stato presentato presso la Camera di Commercio di Bolzano.    

La data fissata a luglio è un’affermazione chiara degli organizzatori: si intende ritornare alle origini. Ricordiamo, infatti, che l’anno scorso il Giro delle Dolomiti si era concluso il 5 agosto e che si era quindi svolto quasi due settimane più tardi del solito. Ma, in tutti gli altri ambiti, la squadra che affianca il presidente del comitato organizzatore Simon Kofler è fermamente decisa a evolvere costantemente la famosa gara, non solo per quanto riguarda lo svolgimento altamente professionale dell’evento, ma anche relativamente alla collaborazione con gli sponsor o alla comunicazione in generale.

Infatti, il Giro delle Dolomiti è un importantissimo canale di comunicazione per l’Alto Adige. Lo dimostrano i video pubblicati sul sito e nei vari social network, che nell’arco di poche arco sono stati cliccati migliaia di volte. È una pubblicità per l’Alto Adige che tocca il cuore e che suscita le emozioni.

Anticipato l’appuntamento con il Giro delle Dolomiti

Quest’anno, la data precisa e le tappe del Giro delle Dolomiti sono state rese note presto come non mai, già a metà dicembre. Il Giro 2018 parte domenica 22 luglio con la prima tappa sul passo Giovo, con una lunghezza considerevole di 163 chilometri e complessivamente 1859 metri di dislivello. Meno impegnativa la seconda tappa lunedì 23 luglio a Obereggen, passando poi per il Passo di Pampeago e il Passo Lavazè (78 km/2296 D+).

La tappa regina è prevista martedì 24 luglio: i presunti 800 partecipanti provenienti da 30 nazioni diverse circumnavigheranno il massiccio del Sella. Su un percorso di 155 km dovranno superare ben 3275 metri di dislivello. Il giorno di riposo di mercoledì sarà, quindi, ben meritato.

Un must per i ciclisti appassionati: la salita (cronometrata) sullo Stelvio

Giovedì 26 luglio si ricomincia con uno dei punti salienti del 42° Giro delle Dolomiti: l’arrampicata sul Passo dello Stelvio (67 km/1851 D+). Il passo più alto d’Italia è già stato diverse volte sede di tappa del Giro d’Italia e ogni “vero” ciclista deve superarlo almeno una volta nella vita. Il Giro delle Dolomiti 2018 prosegue venerdì 27 luglio con la tappa sulla suggestiva Alpe di Siusi (81 km/1615 D+) per poi concludersi, dopo una settimana, sabato 28 luglio con la gara a cronometro nel cuore dei meleti di Terlano, Nalles e Andriano. A differenza dello scorso anno, la gara contro il tempo, che si potrà affrontare da soli o in squadre di cinque concorrenti, nel 2018 tornerà ad essere valida per la classifica generale.

È possibile iscriversi al Giro delle Dolomiti da venerdì, 15 dicembre 2017 sul sito internet completamente rinnovato www.girodolomiti.com. Le iscrizioni avvengono – per la prima volta – esclusivamente in forma digitale. Come lo scorso anno, i concorrenti possono scegliere tra diverse possibilità. I prezzi variano dai 50 Euro per la partecipazione alla cronosquadre ai 380 Euro per tutto il circuito settimanale comprensivo di un pregiato pacco gara.

Forum ciclistico “inGiro” il mercoledì

La novità di quest’anno è l’appuntamento inGiro, che si svolgerà durante la giornata di riposo (mercoledì 25 luglio). Si tratta di un forum di un giorno in un ambiente socievole tutto incentrato sul ciclismo. Il programma prevede workshop e tavole rotonde di alto profilo, ma anche l’opportunità di presentare e provare nuovi prodotti. In occasione dell’inGiro la città di Bolzano, l’Alto Adige e ovviamente gli organizzatori del Giro cercheranno idee innovative e discuteranno su argomenti come mobilità, urbanistica, salute, marketing sportivo o nutrimento. L’evento verrà accompagnato da un “free brunch”.

I detentori del titolo del Giro delle Dolomiti sono Gabriel Corredor e Camila Cortes, entrambi colombiani ed entrambi della squadra De Rosa. Come la maggior parte dei partecipanti al Giro delle Dolomiti, anche i coniugi sudamericani sono rimasti completamente entusiasti sia della bellezza delle montagne dell’Alto Adige che dell’organizzazione semplicemente perfetta. Attualmente, non è ancora certo se i due campioni colombiani tra poco più di sette mesi raccoglieranno nuovamente la sfida del Giro. Anche tanti ciclisti locali ogni anno riescono a competere con gli avversari a livello internazionale, come Thomas Gschnitzer (Vipiteno), Edi Rizzi (Sarentino) e tra le donne la venostana Marina Ilmer.

Il comitato organizzatore guidato da Simon Kofler tra 220 giorni accoglierà un gran numero di appassionati di ciclismo, ex-professionisti e ambiziosi ciclisti amatoriali. La maggior parte dei concorrenti del 2017, infatti, ha promesso di ritornare alla prossima edizione.

42° Giro delle Dolomiti – le tappe:

  1. tappa: passo Giovo – powered by Cofidis (domenica, 22 luglio 2018)

Complessivamente 163 km/1859 D+; tratto cronometrato: 19 km/1398 D+ (pendenza media del 7,4%)

  1. tappa: Obereggen – powered by Potenza Assicurazioni (lunedì 23 luglio)

Complessivamente 78 km/2296 D+; tratto cronometrato: 8 km/724 D+ (pendenza media del 9%)

  1. tappa: Sellaronda – powered by Sportler (martedì 24 luglio)

Complessivamente 155 km/3275 D+; tratto cronometrato: 9 km/589 D+ (pendenza media del 6,5%)

  1. tappa: Passo dello Stelvio – powered by Alpecin (giovedì 26 luglio)

Complessivamente 67 km/1851 D+; tratto cronometrato: 24 km/1838 D+ (pendenza media del 8%)

  1. tappa: Alpe di Siusi – powered by Q36.5 (venerdì 27 luglio)

Complessivamente 81 km/1615 D+; tratto cronometrato: 11 km/748 D+ (pendenza media del 7%)

  1. tappa: Team Crono – powered by Marlene (sabato 28 luglio)

Complessivamente 57 km/132 D+; tratto cronometrato: 19 km/115 D+ (pendenza media del 0,5%)

LUNGHEZZA TOTALE: 601 km

METRI DI DISLIVELLO TOTALE: 11.028 m

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *