Cultura & Società Musica Ultime Notizie

Un convegno sulla musica e sull’arte nel nostro tempo all’Eurac di Bolzano

28 Novembre 2017

author:

Un convegno sulla musica e sull’arte nel nostro tempo all’Eurac di Bolzano

In concomitanza con la prima italiana di Die Antilope del compositore austriaco Johannes Maria Staud, la Fondazione Haydn di Bolzano e Trento promuove un convegno sul ruolo della musica contemporanea, e dell’arte in generale, nel nostro tempo e sull’impatto culturale ed economico che essa può avere sul territorio.

Nell’arco della stessa giornata, sabato 2 dicembre, del debutto nazionale dell’opera di Johannes Maria Staud Die Antilope, in programma la sera al Teatro Comunale di Bolzano (ore 20; replica domenica 3 alle ore 17), la Fondazione Haydn di Bolzano e Trento promuove, nell’ambito della terza edizione di OPER.A 20.21, un convegno sul ruolo della musica contemporanea, e dell’arte in generale, nel nostro tempo e sull’impatto culturale ed economico, quindi anche turistico, che essa può avere sul territorio dell’Euroregione Tirolo-Alto Adige-Trentino. Sarà un incontro fra personalità di spicco del mondo musicale e teatrale, aperto a tutti coloro che hanno a cuore la cultura come arricchimento individuale e di una intera comunità. Un’occasione importante di riflessione ma anche per gettare le basi di progetti futuri che possano vedere la nostra regione sempre più attiva protagonista del panorama nazionale ed europeo.

Il convegno, dal titolo “Arte – Identità – Regione”, patrocinato dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, sarà ospitato all’Eurac di Bolzano (Viale Druso 1) e inizierà la mattina (ore 11,30) con il saluto del Segretario Generale Euregio Christoph von Ach e l’introduzione di Andrea Estero, giornalista e direttore del mensile Classic Voice. A seguire, sullo sfondo del tema “Scrivere musica oggi”, gli interventi dei compositori Giorgio Battistelli, già direttore artistico della Biennale Musica di Venezia, Manuela Kerer e Nicola Sani, anche direttore artistico dell’Accademia Chigiana di Siena, di Stefano Simone Pintor, librettista e regista dell’opera Ettore Majorana, uno dei titoli che costituiscono il cartellone di OPER.A 20.21 2017/2018, di Daniele Spini, direttore artistico dell’Orchestra Haydn e dello stesso Johannes Maria Staud, artist in residence della Fondazione Haydn.

Nel pomeriggio, dalle ore 13.45, si comincerà parlando di “Processi di creazione e modalità di rappresentazione: l’opera contemporanea e il suo ruolo nel settore operistico”. Interventi di Giorgio Battistelli, Walter Kobéra, direttore d’orchestra e direttore artistico della Neue Oper Wien, Matthias Lošek, direttore artistico di OPER.A 20.21, del regista Dominique Mentha e di Johannes Maria Staud. Presentazione di Axel Renner, responsabile ufficio comunicazione dei Bregenzer Festspiele.

Infine, dalle ore 15,30, discuteranno su “Arte e cultura come motore di una regione” Barbara Minghetti, direttrice artistica Macerata Opera Festival, Hansjörg Prast, CEO di IDM Alto Adige, Axel Renner, Nicola Sani e Alexander Steiner, Segretario Generale Regione Autonoma Trentino Alto – Adige. Presentazione di Gabriele Di Luca, editorialista dell’Corriere dell’Alto Adige. Conclusioni di Andrea Estero.

La partecipazione al simposio è gratuita previa iscrizione all’indirizzo email ticket@haydn.it.

Il convegno e le rappresentazioni di Die Antilope saranno preceduti dal primo appuntamento con Oper.a Backstage, previsto per mercoledì 29 novembre al Teatro Comunale (ore 18). Un primo momento per avvicinarsi a OPER.A 20.21 2017/2018 e al lavoro di quello che viene considerato uno dei maggiori compositori della sua generazione.

In foto: la sede dell’Eurac di Bolzano

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *