Cronaca Ultime Notizie

Merano. “Kummersee”, la data dell’ultima inondazione (1774) rimarrà in piazza della Rena

25 Novembre 2017

author:

Merano. “Kummersee”, la data dell’ultima inondazione (1774) rimarrà in piazza della Rena

Ben otto volte il “Kummersee”, il “lago dei dispiaceri” situato a Corvara in val Passiria ruppe in passato gli argini devastando la vallata e anche la città di Merano: nel 1419, nel 1503, nel 1512, nel 1572, nel 1721 e poi nel 1772, nel 1773 e nel 1774. Nell’ambito delle iniziative promosse per i 700 anni della città, il MuseoAltaPassiria ha riprodotto, lungo gli argini cittadini del Passirio, le date delle otto tragiche inondazioni accompagnandole con informazioni e testimonianze storiche.

Il progetto si avvia ormai alla sua conclusione e le date verranno rimosse nei prossimi giorni, ma quella dell’ultima inondazione (1774) rimarrà a Merano, per l’esattezza in piazza della Rena, dove verrà affissa al muro di cemento a sud della piazza. Lo ha deciso la Giunta comunale nel corso della sua più recente seduta.

“La storia e lo sviluppo di Merano sono strettamente legati al torrente Passirio. Per secoli il Passirio è stato importante sia come fonte di energia, sia per il trasporto del legname, ma allo stesso tempo ha costituito una minaccia in quanto soggetto a frequenti piene che causarono numerose inondazioni”.

“Voglio ringraziare i responsabili del MuseoAltaPassiria e il Comune di Moso per la realizzazione di questo progetto nell’anno del giubileo di Merano. Questa iniziativa è un esempio di riuscita cooperazione fra diversi comuni del Burgraviato. È importante continuare a coltivare e rafforzare queste forme di collaborazione”, ha dichiarato il sindaco Paul Rösch.

Il Kummersee si formò circa 35 km a nord di Merano nel 1401 a seguito di uno smottamento. Il lago aveva una lunghezza di circa 2 chilometri, era largo da 300 a 400 metri e in alcuni punti le sue acque erano profonde anche 40 metri. Nel 1774 il bacino venne prosciugato.

In foto destra: Konrad Pamer, assessore a Moso e Obmann del MuseoAltaPassiri, l’assessora Gabriela Strohmer e il collaboratore del museo Thomas Reinstadler. 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *