Politica

Bolzano. Voci di un possibile allungamento della pista dell’aeroporto

30 Novembre 2017

author:

Bolzano. Voci di un possibile allungamento della pista dell’aeroporto

Si allarmano i Verdi del Consiglio provinciale che chiedono precisi chiarimenti.

Non è necessario approvare la mozione – rispose  Kompatscher – poiché nessuno finora ha presentato progetti che prevedono un allungamento della pista di decollo e comunque, anche se qualcuno lo proponesse, la Giunta provinciale non darebbe la sua approvazione”.Questa era stata la perentoria risposta del Presidente della Provincia Kompatscher meno di un mese fa al Gruppo Verde del Consiglio provinciale che chiedeva precise garanzie circa il fatto che non fosse allungata la pista di decollo dell’aeroporto di San Giacomo. Lo faceva con una mozione in cui chiedeva che dal Piano Regolatore del Comune di Laives fosse tolta la possibilità dell’allungamento della pista dagli attuali 1292 metri a 1432. Ciò evidentemente per impedire l’aumento del traffico aereo con mezzi più grandi, i quali evidentemente abbisognano di maggiori spazi per le manovre. “Ora veniamo a sapere – dichiarano i Verdi oggi in un comunicato stampa – che un documento interno della SAD, la Società di trasporto Locale  – uno dei tre soggetti che si sono dichiarati interessati alla gestione dell’aeroporto – è finito involontariamente nelle mani del Sindacato provinciale ASGB. Nel documento, il quale contiene diverse possibilità d’investimento, si parte dal presupposto che sia possibile un allungamento della pista.”
Di qui l’allarme del Gruppo Verde che vuol vedere chiaro nella vicenda e pretende un impegno vincolate da parte della Provincia. Solo l’esclusione dal Piano regolatore del Comune di Laives può garantire che non sarà allungata la pista e tale vincolo è di competenza provinciale.“Di fronte alle intenzioni Sad, chiediamo patti chiari – si legge nella nota –  Chiunque si proponga come nuovo gestore dell’aeroporto deve sapere fin da ora che le dimensioni della pista non potranno essere modificate, nel rispetto della volontà popolare che è stata espressa nel referendum sull’aeroporto del giugno 2016. Il modo più chiaro e inequivocabile per comunicare questa decisione – conclude il documento – consiste nell’ eliminare dal Piano urbanistico di Laives ogni possibilità di allungamento. Purtroppo delle sole promesse non ci si può fidare.

Foto, Gruppo Vede Consiglio provinciale Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *