Cultura e società Ultime Notizie

Bolzano. Nuovi cittadini, nuove opportunità?

21 Novembre 2017

author:

Bolzano. Nuovi cittadini, nuove opportunità?

In occasione di una conferenza organizzata dal centro di ricerca Eurac Research, esperti in sviluppo regionale confrontano dati ed esperienze di diverse regioni dell’arco alpino sul tema dell’immigrazione.
Negli ultimi vent’anni la presenza straniera nelle Alpi è cresciuta significativamente, in Alto Adige è quintuplicata. Gran parte dei nuovi arrivati si concentra nelle città – in Alto Adige la metà degli immigrati vive a Bolzano, Merano e Bressanone – ma spesso è nei piccoli centri che la presenza degli stranieri sul totale della popolazione incide in misura maggiore. Mentre in città la mancanza di contatti personali può causare situazioni di emarginazione, solitamente nelle zone rurali l’integrazione dei nuovi arrivati è facilitata dalla presenza di reti sociali dense. Come è organizzata l’accoglienza dei migranti nelle Alpi? In che modo una buona integrazione può sostenere l’innovazione sociale? Un ambiente fragile come quello montano può trarre beneficio dalla presenza dei nuovi arrivati? Il 23 e 24 novembre nel corso di una conferenza che si terrà nel centro di ricerca bolzanino, gli esperti in sviluppo regionale di Eurac Research ne discuteranno con i ricercatori dell’associazione torinese Dislivelli e con manager di comunità e operatori sociali, facendo riferimento alle esperienze di diversi paesi dell’arco alpino. Su queste tematiche i ricercatori hanno pubblicato il libro “Per scelta o per forza. L’immigrazione straniera nelle Alpi e negli Appennini”.

 

Foto, coltivazione dei carciofi in Cadore © Claudio Fontana

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *