Politica

Bolzano. Consiglio provinciale, respinta la mozione di sfiducia contro Bizzo

28 Novembre 2017

author:

Bolzano. Consiglio provinciale, respinta la mozione di sfiducia contro Bizzo

Il presidente, non potevo in scienza e coscienza procedere con l’istituzione”.
Il consiglio provinciale di Bolzano ha respinto con 15 sì e 17 no la mozione di sfiducia contro il presidente Roberto Bizzo (Pd), presentata dall’opposizione con primo firmatario Paul Köllensperger per “palese violazione del regolamento interno con riferimento all’istituzione di una commissione d’inchiesta”.
Nella mozione si faceva riferimento al fatto che “il 19 ottobre, 15 consigliere e consiglieri hanno presentato la richiesta di istituzione di una commissione d’inchiesta sulla Cassa di Risparmio di Bolzano e sulla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano ai sensi dell’art. 25 del regolamento interno. Detta istituzione non è avvenuta, nonostante il citato articolo lo prevedeva tassativamente”.
Il presidente Roberto Bizzo, intervenendo dai banchi dei consiglieri, ha detto di essersi interrogato, ricevendo la richiesta di istituire la commissione d’inchiesta, prima sulla legittimità di questa, e poi sul suo significato politico. A suo parere personale, l’istituzione della commissione sul tema citato sarebbe stato un atto illegittimo: “Ho comunque voluto richiedere un parere in merito, a tutela e garanzia non della mia decisione, ma dei diritti dei consiglieri. Avrei potuto prendere una decisione pilatesca, e istituire la commissione che poi avrebbe deciso che non poteva lavorare, ma se sono convinto della illegittimità dell’istituzione di una simile commissione, e per di più sono convinto che la sua istituzione avrebbe rappresentato un danno a tutti i cittadini risparmiatori, non potevo in scienza e coscienza procedere con l’istituzione.

Foto, Roberto Bizzo, presidente del Consiglio provinciale

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *