Arte Ultime Notizie

“Impressioni” – mostra collettiva di arte grafica presso l’edificio delle Vecchie Terme di Merano

4 Ottobre 2017

author:

“Impressioni” – mostra collettiva di arte grafica presso l’edificio delle Vecchie Terme di Merano

Spesso il termine grafica viene interpretato unicamente come sinonimo della grafica pubblicitaria editoriale, senza tener conto del fenomeno in ambito artistico. Notoriamente lo stesso termine grafica deriva da graffio, che significa segno inciso. Ciò che in ambito artistico s’intende per grafica quindi è un linguaggio artistico che si serve dell’incisione con lo scopo di produrre matrici utili ad essere stampate e riprodotte in serie. Le tecniche sono diverse, dall’incisione in piano, cioè la litografia, in incavo, definita calcografia e la xilografia. Molti grandi pionieri della storia dell’arte erano anche dei maestri della grafica, tra cui Pablo Picasso, Francisco Goya o Rembrandt Harmenszoon van Rijn per citarne alcuni. Anche a Merano avevamo una maestra dell’incisione, Rina Riva, scomparsa diversi anni fa. Molti si ricordano ancora dell’Istituto per la Grafica d’Arte di Merano fondato proprio da lei. Molti sono gli artisti che si sono formati sotto la guida di Rina Riva. Artisti importanti con mostre in Italia e all’estero.
In occasione delle festività dei 700 anni di Merano presso le Vecchie Terme di Merano in via Ottone Huber, 8 lo scorso 29 settembre è stata inaugurata una mostra collettiva di alcuni artisti – membri dell’Istituto per la Grafica d’Arte di Merano. Ambrogio Dessi, Monika Fiechter Rossi, Renate Hausbrandt Gruber, Hilde Kljun, Osvaldo Martinelli, Renato Pedrotti, Margaretha Pertoll Breitenberger, Maria Rossato, Eva Maria Thaler Pixner e Martha Unterholzner Gazzarata. Il titolo dell’esposizione è impressioni, e infatti i vari artisti mostrano un’impressione del tutto personale di Merano. Particolarmente incisive sono le opere grafiche della artista Hilde Kljun, che racconta in chiave artistica i tragici anni in cui gli ebrei a Merano furono denunciati, perseguitati, arrestati e deportati.
Una mostra che merita di essere visitata. L’esposizione resterà aperta al pubblico ancora fino al 21 ottobre prossimo dal martedì al sabato, dalle 10-12 e dalle 15-18.

In foto: Hilde Kljun davanti alle sue opere 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com