Politica Ultime Notizie

Bolzano. Saranno risanati i quattro pennoni di piazza Vittoria

30 Ottobre 2017

author:

Bolzano. Saranno risanati i quattro pennoni di piazza Vittoria

Anche oggi il sindaco di Bolzano nella sua consueta conferenza stampa ha reso noto le decisioni dell’esecutivo. Come riferito dal sindaco Caramaschi, la Giunta comunale, dopo aver constatato il pessimo stato di conservazione delle strutture portanti dei quattro pennoni in cemento armato di piazza Vittoria, ha approvato il progetto esecutivo di manutenzione straordinaria delle colonne. Due pennoni si trovano ubicati sul marciapiede antistante il monumento, mentre gli altri due all’inizio delle passeggiate del Talvera. Il Sindaco ha spiegato che la parte esterna dei pennoni era stata originariamente sabbiata per farla assomigliare alla pietra naturale. Ora il livello di degrado ha reso necessario l’intervento di manutenzione straordinaria anche e soprattutto per questioni di sicurezza. Il progetto prevede una spesa complessiva di 120.780 Euro. I lavori saranno realizzati entro la fine della prossima primavera.
Parlando della classifica di Ecosistema Urbano stilata da Legambiente che ha visto Bolzano salire sul terzo gradino del podio, Caramaschi ha detto che: “Si tratta di un grande risultato, tenendo anche presente che la Città di Bolzano si trova in una conca circondata dai monti e che dunque per conformazione morfologica, non disperde gli inquinanti. Abbiamo inoltre l’A22, l’autostrada del Brennero che attraversa il centro urbano ed ovviamente questo è un ulteriore appesantimento in termini ambientali, anche se stiamo investendo molto sulle infrastrutture. Non si tratta di “far la guerra” a chi vive fuori città, ma vero è che non sono tanto i bolzanini ad incidere sulla qualità dell’aria, quanto le migliaia di veicoli dei pendolari (circa 30.000) che tutti i giorni dalla periferia raggiungono il capoluogo per ragioni di lavoro, di svago, di studio o altro. C’è la necessità di promuovere un cambiamento radicale nelle abitudini e nella mentalità di coloro che devono entrare e quindi uscire dal capoluogo. Per pretendere questo c’è bisogno che la Città di Bolzano, d’intesa con la Provincia Autonoma si doti di mezzi di trasporto pubblici alternativi, efficienti e con rapidi tempi di percorrenza sia in entrata, che in uscita dalla città anche nelle ore di punta. Quindi, soddisfazione per il risultato conseguito in questa classifica, ma massimo impegno nella progettazione delle varie infrastrutture. Il rapporto di Legambiente evidenzia inoltre come stiano pagando anche in termini ambientali, le scelte strategiche in tema di raccolta differenziata dei rifiuti. Rilevo infine che Bolzano, grazie alla diligenza dei suoi cittadini/ciclisti, si conferma ai vertici nazionali nell’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti interni pur essendo la nostra una città di montagna”.
Parlando ancora di traffico e inquinamento atmosferico, il Sindaco di Bolzano ha sottolineato che con l’Assessore provinciale all’Ambiente Theiner e i sindaci dei comuni limitrofi, è stato attivato un tavolo di lavoro per riavviare il Piano della qualità dell’aria con particolare riferimento ai dati relativi al biossido di azoto, “Gli uffici provinciali competenti monitoreranno con delle misurazioni molto puntuali la qualità dell’aria. Dal 2008, ovvero da quando è stato introdotto il primo piano ad oggi, le metodologie di rilevazione della qualità dell’aria, sono molto migliorate e quindi in questo nuovo tavolo di lavoro – ha detto Caramaschi – dovremo decidere che in presenza di determinati dati si debbano prendere delle misure limitative del traffico privato, non so se già a dicembre o dopo. Certo è che entro la primavera ci sarà un protocollo d’intesa in tal senso tra Provincia, Comune capoluogo e i comuni della periferia per alleggerire Bolzano da questa pressione che riguarda non solo l’inquinamento, ma anche il traffico. Ribadisco che andranno potenziati e di molto i mezzi pubblici in modo da poter offrire una valida alternativa al mezzo privato. Questo è il nostro obiettivo ed è comunque convinzione di tutti (chi con più ritrosia, chi con più fastidio), che questa sia l’unica strada percorribile per alleggerire il capoluogo da 30.000 pendolari che raggiungono Bolzano ogni giorno. Siamo felici di ospitarli, lavorano, studiano nella nostra città; dobbiamo fare in modo che il loro afflusso sia il meno impattante possibile”.
L’accordo di programma per il piano di riqualificazione urbana di via Alto Adige prevede che l’attuazione del PRU e l’esecuzione dell’accordo siano soggetti alla vigilanza di un collegio composto da 5 membri: il Sindaco (o suo delegato), due tecnici del Comune di Bolzano e due della Provincia. Stamane oltre al Sindaco che ha delegato il direttore generale del Comune Andrea Zeppa, sono stati nominati come componenti tecnici Ulrike Pichler, direttrice della Ripartizione Patrimonio e Attività Economiche e Mario Begher, direttore dell’Ufficio Infrastrutture e Arredo Urbano.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com