Politica Ultime Notizie

Bolzano. Mobilità,Sad nuovamente bocciata la sua proposta alla Provincia in vista delle prossime gare, prevista la divisione in cinque lotti

25 Ottobre 2017

author:

Bolzano. Mobilità,Sad nuovamente bocciata la sua proposta alla Provincia in vista delle prossime gare, prevista la divisione in cinque lotti

La Sad, il servizio di trasporto pubblico extraurbano in Alto ha presentato il suo progetto di project financing ma la risposta di Palazzo Widmann è stata negativa. Come già era stato annunciato, l’assessore alla mobilità Florian Mussner ha ribadito che le gare del 2018 saranno spezzettate così da consentire la partecipazione anche alle piccole e medie imprese. “Le regole nazionali non contemplano l’affidamento diretto per il trasporto persone, settore che ottiene considerevoli contributi dalla mano pubblica. Orientamento – precisa Mussner – recentemente ribadito dall’Anac. Pertanto, d’accordo con l’ufficio legale e i tecnici della ripartizione abbiamo rifiutato la proposta di project financing presentata da Sad insieme al consorzio Libus”. Mussner ha anche chiarito che attualmente è in fase di elaborazione il piano della mobilità previsto dalla legge del 2015. A fine novembre il piano sarà pronto e rappresenterà una svolta decisiva per il trasporto pubblico in alto Adige. Uno degli aspetti più significativi riguarda gli accorgimenti che saranno assunti per tutelare anche le piccole imprese, che in caso di grossi appalti verrebbero di fatto escluse perché finanziariamente non in grado di far fronte agli investimenti. “Diverse sentenze hanno stabilito che i grandi appalti sono lesivi della libera concorrenza perché impediscono alle piccole e medie imprese di partecipare. Così abbiamo deciso – chiarisce Mussner – di suddividere il servizio in cinque lotti ce dovranno corrispondere a cinque lotti geografici e socioeconomici omogenei. Sasa continuerà a gestire il lotto del trasporto urbano a Bolzano, Merano e Laives con affidamento diretto, mentre gli altri quattro lotti del rimanente territorio ancora nulla è stato deciso. Resta il fatto – continua Mussner –  che la legge del 2015 stabilisce che un concessionario possa concorrere per due lotti al massimo”.
Poiché la Sad opera oggi in regime quasi di monopolio, è evidente la Società di Ingomar Gatterer perderà un’importante giro d’affari perché potrà concorrere al massimo per due lotti territoriali.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com